informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

I 30 supercibi che fanno stare bene e aiutano a studiare.

Non importa se siete studenti di un corso di laurea online o di un master online Unicusano. Lo studio universitario non è di certo uno scherzo, soprattutto nei periodi più intensi o se abbinato a un’attività lavorativa altrettanto impegnativa.

Dunque, avere uno stile di vita che aiuti a stare bene e studiare meglio è importantissimo. Da dove si parte? Prima di tutto dall’alimentazione, elemento fondamentale della vita di ogni studente.

Oggi nello specifico parleremo di superfoods, in italiano supercibi: se ne sente parlare sempre più spesso. Ma cosa sono esattamente i supercibi e cosa li differenzia dal cibo più consueto? Quali sono i supercibi da assumere per stare bene? Quali supercibi aiutano a studiare?

Oggi cercheremo di fare chiarezza sull’argomento e di dare delle risposte a queste domande.

Cosa sono i supercibi.

Come probabilmente gli studenti del Master in cibo come cura e prevenzione o i futuri esperti in Nutrizione Clinica già sanno, in realtà i supercibi sono spesso alimenti normalissimi, che però hanno delle proprietà particolarmente benefiche o altissimi concentrati di nutrienti che aiutano a restare in salute.

Si tratta, più che altro, di un termine usato dal marketing per sponsorizzarli meglio e per quanto ci siano diversi esperti di alimentazione e nutrizione che sostengono che non ci sia nessuna base scientifica per differenziarli dal resto degli alimenti, è possibile comunque affermare che si tratta senz’altro di cibi particolarmente salutari, che più di altri aiutano a mantenere corpo e mente nutriti in modo naturale, fornendogli gli apporti di cui hanno bisogno e che, nel caso specifico, aiutano a studiare.

Ecco perché spesso vengono consigliati al posti di integratori o di pillole dai magici effetti sull’organismo, proponendoli come validi e migliori sostituti. Di contro, bisogna stare attenti non solo a non abusarne, ma anche e soprattutto a inserirli all’interno di una dieta completa, che si basa sempre sulle solite buone norme di alimentazioni: tanta fibra, pochi cibi raffinati, la minor quantità possibile di grassi saturi e un’abbondante quantità di acqua.

Non esiste infatti un cibo salutare, ma solo una dieta salutare, che per essere tale non deve mai in nessun caso essere portata all’estremo, ma deve fornire al corpo i giusti nutrienti nelle giuste quantità e combinazioni, e allontanarlo dai “veleni” che popolano le nostre cucine.

Il diffondersi di questi così detti supercibi ha inoltre aiutato ad ampliare le nostra conoscenza degli alimenti presenti in natura e nelle altre culture, aprendo la nostra dieta a cibi che prima non sapevano neanche esistere e che stanno diventando parte integrante della nostra cucina quotidiana, generando un mix molto interessante di tradizioni e culture alimentari.

supercibi che fanno bene allo studio

I 30 supercibi che fanno stare bene e aiutano a studiare.

Chiamateli supercibi o chiamateli alimenti da non farsi assolutamente mancare, ecco una lista dei 50 cibi che aiutano a stare in salute e si propongono come validi alleati per lo studio.

  1. Il cavolo nero – Altro che spinaci! Questo vegetale sarebbe stato il vero e degno alleato di Braccio di Ferro, ricco com’è di ferro, ma anche di vitamina A, C e K, di fibre e di antiossidanti. Si tratta di una verdura dalle proprietà altamente depurative ed è particolarmente adatto per favorire un buon funzionamento del fegato. 
  2. I semi di chia – Hanno fatto il loro ingresso nei nostri supermercati da poco tempo, ma sono già tra i supercibi più reperibili e conosciuti. Usati nell’antichità da Maya e Aztechi, sono insapore e vengono aggiunti a insalate, frullati o qualsiasi altro tipo di piatto per aumentare l’apporto di fibre, di grassi omega 3 e di calcio, di cui questo seme è ricco. Sono inoltre una valida fonte di proteine. Hanno consistenza croccante, rivestiti però da un piccolo guscio gelatinoso che si crea quando entrano a contatto con sostanze umide. 
  3. Le uova – Le uova sono un ottimo esempio di quando si afferma che i supercibi non sono alimenti incredibili e trascendentali, ma solo dei cibi particolarmente portentosi. Un singolo uovo contiene infatti 6 gr di proteine, ma solo circa 80 calorie. Si tratta quindi di un ottimo modo per acquisire questo nutriente. Il loro utilizzo estremamente vario le rende molto facili da inserire nella propria dieta, a seconda dei gusti e delle abitudini alimentari. 
  4. Polline delle api – Si tratta anche qui di un tipo di rimedio molto antico che per lungo tempo è stato eliminato dalle nostre cucine e che ora torna in grande splendore. È probabilmente uno dei cibi più completi esistenti in natura ed è ritenuto il più ricco di proteine di origine animale e di aminoacidi essenziali. Si rivela inoltre ricco di enzimi (più di 5000), vitamine  A,B,C ed E e di minerali. È inoltre un ottimo supplier di energia e fortifica il sistema immunitario. Spesso si assume assoluto, oppure insieme a yoghurt, succhi di frutta, o altri tipi di alimenti dolci. 
  5. Foglie di moringa – La moringa è un tipo di pianta tropicale le cui foglie possono essere consumate sia crude, che cotte. Poco diffusa e conosciuta, è in realtà ricca di ferro, calcio, fibra, magnesio, potassio, proteine e amminoacidi. Insomma, un vero supercibo! 
  6. Bietola – Ritorniamo all’alimentazione più classico con questo vegetale che ricopre un posto d’eccellenza tra i cibi che aiutano a restare in salute, riunendo i principi attivi del cavolo nero (vedi sopra), del cavolo verza e degli spinaci. Dunque abbondante vitamina C, A e vitamina K per la bietola, oltre che un alto numero di antiossidanti e una buona riserva di proteine. 
  7. Fave di cacao – Evviva! Saranno contenti i più golosi, nonostante si tratti di un alimento in realtà particolarmente amaro e poco gradevole per le papille. Parliamo infatti non di cioccolato, bensì del suo ingrediente base, che poi rende particolarmente benefico anche il cioccolato fondente. Le fave di cacao sono un ottimo nutrimento per il cervello, favorendo la circolazione sanguigna e l’apporto di energie, oltre che essere dei grandi antiossidanti. La loro aggiunta a frullati o altri cibi crudi ne permetterà l’assorbimento bypassando l’amarezza e godendo del loro retrogusto cioccolatoso. È da specificare che queste fave, se cotte e trasformate con l’aggiunta di zucchero, si trasformano automaticamente in un alimento particolarmente dannoso se assunto in grandi dosi. 
  8. Bacche di Goji – Spesso vengono nominate da chi fa dell’umorismo sui supercibi. Sono infatti state tra le prime ad essere chiamate in causa quando nacque il concetto dei superfood e sono state la base della famosa e controversa Dieta Dunkan. Di base, una manciata di queste costose bacche sono ricchissime di vitamina C, vitamina B e vitamina E, oltre che di antiossidanti. Il loro costo non le rende particolarmente consigliabili agli studenti, ma è comunque bene ricordarne le proprietà benefiche. 
  9. Curcuma – Gli indiani, primi produttori e grandi utilizzatori di questa radice, la chiamano la spezia delle meraviglie. Presente anche nella miscela del curry, può essere consumata sia in polvere, che in pezzi. L’importante è che venga abbinata al pepe nero, che ne attiva la curcumina, primo e più importante principio in essa presente. La curcuma aiuta a combattere i radicali liberi, è fortemente antinfiammatoria e aiuta il cervello a mantenere sempre ben allenata la memoria. Essa inoltre è un forte aiuto nella prevenzione del cancro e in generale aiuta l’organismo a mantenersi in salute. 
  10. Aglio – Non facciamo che scansarlo dai nostri piatti e evitare di assumerlo per il famoso effetto collaterale che produce in termini di odori, ma questo piccolo agglomerato di spicchi, appartenete alla famiglia delle cipolle, è uno degli antibiotici naturali più potenti in natura. È un enorme aiutante quando si tratta di rafforzare il sistema immunitario, come anche nel prevenire i tumori. Esso inoltre aiuta nell’ossigenazione di tutto il corpo, cervello incluso, migliorandone le prestazioni, sia a livello mentale che fisico. 
  11. Mirtilli – Molte donne forse già ne conosceranno i benefici, ma questi piccoli frutti viola non sono utili solo per la circolazione e per combattere il gonfiore. I mirtilli rafforzano la memoria e le prestazioni celebrali, prevengono problemi cognitivi soprattutto legati all’avanzare dell’età e aiutano a mantenere il cervello in salute. Sono inoltre particolarmente antiossidanti. 
  12. Zenzero – Forse più popolare cugino della curcuma, anche questa è una radice portentosa e sempre più diffusa nelle nostre diete. L’apporto di energia che offre è davvero notevole, come anche le sue capacità digestive e il grande aiuto al sistema immunitario durante raffreddori e febbri. Esso infatti, mascherandosi da vitamina C agli occhi del nostro organismo, riesce a combattere gli stati influenzali, oltre che avere un grande potere lenitivo per quanto riguarda stomaco, intestino e problemi di infiammazione a livello gasto-intestinale.supercibi per studiare bene
  13. Mandorle – Quando sentire bisogno di mangiare del cioccolato, in realtà il vostro corpo ha carenza di magnesio, largamente contenuto nelle mandorle. È bene non consumarne troppe durante il giorno, proprio perché così ricche di nutrienti che, se in eccesso, possono risultare nocivi. Oltre al magnesio, annoveriamo anche grandi dosi di omega 3, oltre che vitamina E, manganes e triptofano. Insieme alle noci costituiscono un’enorme fonte di energie a lungo termine, ottime per chi deve studiare. 
  14. Noci – Conosciamo subito anche loro. Un ottimo aiuto per tenere alto l’umore, anche questi piccoli frutti non vanno consumati in quantità eccessive, ne bastano tre o quattro ogni giorno per aggiungere il giusto apporto di zinco, manganese e rame al proprio organismo. La felicità la dà la serotonina che contengono, che aiuterà il cervello a funzionare meglio e a mantenere lucidità. 
  15. Tè verde – Ormai anche lui più che rinomato per le sue benefiche qualità, accelera il metabolismo, mantenendolo attivo e depurato. Regola i livelli di glucosio, come anche il colesterolo e rallenta i processi di invecchiamento celebrale. Si rivela quindi un valido compagno mattutino per avviarsi a una buona e produttiva giornata, attivando corpo e mente. 
  16. Semi di Quinoa – Si tratta di un cereale non cereale che da diversi anni viene sponsorizzato soprattutto dalla cultura vegetariana e vegana, che ne fa ampio uso. L’apporto di proteine fornito è altissimo e costituiscono una valida alternativa per quanto riguarda fagioli e, ovviamente, carne. 
  17. Sugo di pomodori – I pomodori cotti aiutano moltissimo per quanto riguarda la circolazione sanguigna e la salute del cuore. In questo senso, aiuta anche ad ossigenare meglio il corpo e nel processo di rigenerazione.supercibi che aiutano a studiare
  18. Avocado – Ultimamente si è diffuso sempre di più nelle dieta anche di noi Italiani, sulla scia del popolo Americano che ha iniziato a farne un uso molto frequente. Si tratta di un supercibo famoso perché ricco di grassi benefici, come ad esempio l’acido oleico, la luteina, i grassi folati, ma anche di vitamina E e glutatione. Si tratta di sostanze fanno bene al cuore e aiutano nella prevenzione al tumore, poiché lo mantengono forte e in salute. 
  19. Acai – Molto simili ai mirtilli nelle somiglianze, anche questi piccoli frutti viola si meritano un posto in questa lista. Anche loro aiutano per quanto riguarda problemi circolatori e invecchiamento. Inoltre, sono tra i pochi frutti a contenere acido oleico (quello dell’olio d’oliva) e danno una gran mano nella ricostruzione muscolare grazie ai vari amminoacidi in essi contenuti. 
  20. Mirtillo rosso – Altro piccolo frutto di bosco, è carico di polifenoli, che li rende assolutamente un must quando si parla di infiammazioni, infezioni da staffilococco, fare scorta di antiossidanti o rafforzare gli enzimi del fegato, favorendone un corretto funzionamento. Sfiammanti e depuranti, diventano più che raccomandabili da tenere tra le proprie provviste. 
  21. Broccoli – C’è un detto popolare che dice che i broccoli fanno diventare intelligenti. Ovviamente, pane e intelligenza non è mai stato disponibile sulle nostre tavole, ma non è sbagliare affermare che il broccolo migliora sensibilmente le proprie prestazioni intellettuali e favorisce il funzionamento del proprio cervello. Dunque, cari studenti, fatene larga provvista. Esso inoltre presenta alte concentrazioni di vitamina C e svolge un ruolo vitale nell’eliminazione di tossine. 
  22. Yoghurt e Kefir – Cibi molto simili tra loro e ricchi di batteri benefici, si tratta di superalimenti quando si intende dare una mano al proprio intestino. Aggiungerli alla dieta quotidiana favorisce quindi le funzioni naturali e la regolarità dell’organismo. 
  23. Olio di cocco – Specialmente in un momento in cui alcuni oli si rivelano dei veri e propri veleni per il nostro organismo, l’olio di questo frutto è invece un ottimo sostituto anche per quanto riguarda burro e margarina grazie all’acido laurico. Aiuta nella prevenzione di problemi circolatori, colesterolo e pressione alta. Per quanto presenta una piccola percentuale di acidi saturi, essi non sono nocivi come quelli presenti negli altri oli. 
  24. Semi di zucca – Estremamente gustosi, sono una fonte inestimabile di magnesio, zinco e triptofano, utilissimi per la regolarità del sonno e per favorire il riposo. Assumerli nei periodi di forte stress, quando il nervosismo non aiuta a rilassarsi e mantenere il corpo ben equilibrato, i semi di zucca possono risultare una nutriente e salutare alternativa alla melatonina. 
  25. Canapa – Si tratta di un supercibo che inizialmente ha sconvolto tutti, ma le sue proprietà non sono affatto accomunabili al suo alterante derivato, la cannabis. I semi di canapa infatti favoriscono la digestione, aiutando a studiare dopo i pasti prevenendo la sonnolenza postprandiale. Inoltre, contengono fibre, proteine e omega 3 in quantità. Insomma, i benefici sono davvero tanti e assicurati. 
  26. Olio extravergine d’oliva – In questo caso giochiamo in casa come non mai. Primi produttori al mondo di questo prelibato supercibo, si tratta del miglior condimento e del miglior olio che possa essere utilizzato in cucina, ovviamente sempre in equilibrate quantità. I suoi benefici sono famosi nel nostro Paese, come anche è particolarmente facile reperirlo a buon prezzo. 
  27. Patata dolce – Molto utilizzata in America e in Europa del Nord, il suo valore nutrizionale è molto più alto rispetto a quella tradizionale più utilizzata invece nelle nostre cucine, dunque maggiormente consigliabile, anche perché più leggera da digerire. 
  28. Prugne secche – Particolarmente utili per favorire la regolarità dell’organismo, sono anche dei supercibi ricchi di polifenoli, che aiutano ad aumentare la densità delle ossa, stimolando la formazione di cellule ossee. Sono quindi un ottimo alimento per prendersi cura del proprio corpo. 
  29. Pesce – Per quanto bisogna stare attenti a non consumare pesce di profondità, che assorbe la maggior parte degli agenti inquinanti e di metalli pesanti presenti nel mare, il pesce azzurro è un alimento che più che raccomandabile, per tutti e in particolar modo per gli studenti. Estremamente ricco di omega3, garantisce il benessere dell’organismo ma soprattutto nutre il cervello. 
  30. Alga Spirulina – Nei momenti di grande stanchezza, questo supercibo è un alleato incredibile per aumentare le energie e funzionare meglio, sia a livello fisico che mentale, manetendo alta la concentrazione nonostante lo stress.

Ovviamente, non è assicurato che ciascuno di questi alimenti sia necessariamente positivo e utile al nostro organismo. Essi infatti non sono immuni a intolleranze, allergie e patologie che li rendono invece dei veleni talvolta letali e largamente peggiorativi. Consigliamo quindi di documentarvi sempre bene in merito.

Commenti disabilitati su I 30 supercibi che fanno stare bene e aiutano a studiare. Studiare ad Ancona

Read more

Come diventare esperti in Nutrizione Clinica ad Ancona: il master Unicusano.

Continuando nel nostro approfondimento su come l’alimentazione abbia grande impatto sulle nostre vite e determini non solo il giusto funzionamento del nostro corpo e della nostra mente, ma anche la buona riuscita delle nostre attività, dal dormire al lavorare, ci addentriamo oggi nell’aspetto più scientifico di questo argomento, approfondendo la figura dell’Esperto in Nutrizione Clinica. Parliamo di colui che possiede gli strumenti per fornire un giusto schema alimentare a coloro che compiono errori alimentari, o a coloro che, affetti da patologie, usano tra le tante cure anche un’alimentazione pensata ad hoc per risolvere tale problematica, o comunque per alleviarne sintomi e effetti fisici. Ma non solo.

L’alimentazione influisce moltissimo anche sulla sfera mentale: umore, pensieri, emozioni, funzionamento neuronale. Tutto è profondamente influenzato dall’alimentazione e può essere modificato (ovviamente in meglio) grazie ad una corretta nutrizione.

Per chi ad Ancona fosse interessato proprio ad approfondire tale carriera, l’Università Telematica Niccolò Cusano, presente sul territorio con il suo Learning Centre, oltre che con le sue innovative piattaforme telematiche, propone il Master online in Nutrizione Clinica, svolto in convenzione con l’Università Popolare A.I.Nu.C.

Questo Master si rivolge preferibilmente a medici, biologi, dietisti, psicologi, insegnanti di sostegno e a tutte quelle figure che operano nell’ambito dell’alimentazione in maniera più o meno diretta, iscritte all’Associazione U.P.A.I.Nu.C.

Il suo obiettivo è quello di affrontare il tema della nutrizione clinica da un punto di vista estremamente ampio. L’approccio sarà dunque di largo spettro, nella convinzione che il discorso sulla nutrizione va affrontato in senso olistico, studiando tutto ciò che concerne il complesso e vario mondo dell’alimentazione e dei disturbi e delle patologie ad esso legati, o che con esso possono essere prevenute o risolte, evitando i così detti “errori alimentari”.

Per maggiori informazioni sulle tematiche affrontate e sugli obiettivi del master, non esitate a chiedere subito qui: vi aspettiamo per accompagnarvi nella scoperta di questa grande opportunità per chi vive ad Ancona e dintorni!

Commenti disabilitati su Come diventare esperti in Nutrizione Clinica ad Ancona: il master Unicusano. Studiare ad Ancona

Read more

Diventare esperti di Nutrizione Clinica ad Ancona si può, con il master online Unicusano!

Tra i consigli per il miglior rendimento in qualsiasi tipo di attività, che sia lo studio, il lavoro, lo sport o qualunque altro aspetto della vita, un’alimentazione corretta risulta sempre in cima alla lista. Questo perché nutrirsi in maniera giusta, equilibrata e adatta alle proprie attività è fondamentale per il proprio benessere e per il proprio rendimento. Una corretta alimentazione permette a corpo e mente di lavorare bene, avendo ripercussioni anche sull’umore e sul comportamento.

Mangiare bene può anche aiutare a prevenire o addirittura curare una patologia, seppur non legata direttamente al cibo, e più in generale la condotta alimentare di un individuo è una delle informazioni che guida all’anamnesi necessaria per una corretta diagnosi psicologica e medica.

Per chi ad Ancona voglia specializzarsi in questo ambito o per chi, già esperto del settore, voglia aggiornare le proprie conoscenze e competenze, l’Università Telematica Niccolò Cusano propone il Master online in Nutrizione Clinica, rivolto principalmente a medici, biologi, dietisti, psicologi, insegnanti di sostegno e a tutte quelle figure che, direttamente o indirettamente, operano nell’ambito della nutrizione, iscritti all’associazione U.P.A.I.Nu.C.

Si tratta di un master che affronta il discorso della nutrizione in senso olistico, studiando tutto ciò che concerne il complesso mondo dell’alimentazione e dei disturbi ad essa legati, ma anche tutte le patologie che possono appunto essere curate o prevenute con l’alimentazione.

Si tratta di uno studio e di un’analisi critica dei disturbi e degli errori alimentari e delle alterazioni che essi producono a livello comportamentale, psicologico, nel modo di pensare e nello stato di salute generale di un individuo.

Per maggiori informazioni sul master e sui temi affrontati, oltre che sui metodi di studio, non esitate a chiedere subito qui. Vi aspettiamo!

Commenti disabilitati su Diventare esperti di Nutrizione Clinica ad Ancona si può, con il master online Unicusano! Studiare ad Ancona

Read more

Informativa ai sensi dell'art. 13 del Decreto Legislativo n. 196/2003

"Codice in materia di protezione dei dati personali" 

Tenuto conto dell'obbligo di informativa nei confronti degli interessati in relazione al trattamento dei dati personali degli studenti, l'Unicusano Università  Telematica Roma, con sede in Roma, in Via Don Carlo Gnocchi 3, in qualità  di titolare del trattamento dei dati Le fornisce le seguenti informazioni:

  1. I dati personali (nome, cognome, indirizzo email, numero di telefono), raccolti attraverso la compilazione del form o al momento dell'immatricolazione, i dati connessi alla carriera universitaria e comunque prodotti dall'Università Telematica nell'ambito dello svolgimento delle sue funzioni istituzionali, saranno raccolti e trattati, nel rispetto delle norme di legge, di regolamento e di principi di correttezza e tutela della Sua riservatezza, per finalità connesse allo svolgimento delle attività istituzionali dell'Università , in particolare per tutti gli adempimenti connessi alla piena attuazione del rapporto didattico ed amministrativo con l'Università ;
  2. Il trattamento sarà  effettuato anche con l'ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzati e può consistere in qualunque operazione o complesso di operazioni tra quelle indicate all'art. 1, comma 2, lettera b) della legge (per trattamento si intende "qualunque operazione o complesso di operazioni svolte con o senza l'ausilio di mezzi elettronici, o comunque automatizzati, concernenti la raccolta, la registrazione, l'organizzazione, la conservazione, l'elaborazione, la modificazione, la selezione, l'estrazione, il raffronto, l'utilizzo, l'interconnessione, il blocco, la comunicazione, la diffusione, la cancellazione e la distribuzione dei dati");
  3. I dati personali saranno inoltre comunicati e diffusi dall'Università  attraverso i propri uffici - sia durante la carriera universitaria dell'interessato che dopo la laurea - a soggetti, enti ed associazioni esterni, per iniziative di orientamento lavoro (stage) e per attività  di formazione post-laurea;
  4. I dati personali potranno essere comunicati ad altri soggetti pubblici quando la comunicazione risulti comunque necessaria per lo svolgimento delle funzioni istituzionali dell'Università  richieste dall'interessato, quali, ad esempio, organi pubblici preposti alla gestione di contributi per ricerca e borse di studio;
  5. Informazioni relative ai laureati, ovvero nominativo, data di nascita, indirizzo, numero di telefono, titolo della tesi e voto di laurea, saranno immesse sulla rete per consentire la diffusione dei dati nell'ambito di iniziative di orientamento di lavoro e attività  di formazione post-laurea.
  6. Per disattivare le future comunicazioni dirette con UNICUSANO o richiedere la cancellazione dei dati personali raccolti può rivolgersi al responsabile del trattamento dei dati personali presso UNICUSANO, via Don Carlo Gnocchi 3, 00166 Roma o inviare una mail con la richiesta di cancellazione all'indirizzo informazioni@unicusano.it. Nei confronti dell'UNICUSANO Università Telematica Roma, Lei potrà  esercitare i diritti previsti dall' art. 7 del Decreto Legislativo n.196/2003, rivolgendosi al responsabile del trattamento dei dati personali presso UNICUSANO, via Don Carlo Gnocchi 3, 00166 Roma.