Perché scegliere ingegneria gestionale? 5 motivi

Perché scegliere ingegneria gestionale? Quali sono i motivi per cui frequentare questa facoltà?

Questa è sicuramente una delle domande più comuni tra chi si approccia per la prima volta a questo ambito di studi. Volendo dare una definizione di ingegneria gestionale, possiamo dire che si tratta di quel ramo dell’ingegneria che studia gli aspetti operativi e tecnici delle imprese, siano esse industriali o di servizio. Il percorso di studi in ingegneria gestionale è piuttosto recente e, per sua natura, garantisce una certa versatilità occupazionale.

Di seguito vedremo le 5 motivazioni per cui dovresti iscriverti a ingegneria gestionale.

I 5 motivi per cui scegliere ingegneria gestionale

Stai esplorando le diverse opzioni e stai capendo dove studiare? In questa breve guida ti spieghiamo i 5 motivi sul perché scegliere ingegneria gestionale.

Si tratta di una facoltà dove vengono proposte diverse discipline, offrendo una formazione ampia. Ciò permetterà di trovare lavoro più facilmente e non solo: scopriamo gli altri vantaggi.

#1 – Competenze versatili

Chi è che cosa fa l’ingegnere gestionale? Questo è il primo passo per capire perché scegliere ingegneria gestionale.

Si tratta di una specializzazione di ingegneria, come avrai intuito, che offre una formazione sulla visione sistemica dell’impresa. L’ingegnere gestionale ha grandi conoscenze sulle tecniche decisionali e delle strategie di impresa, utilizzando competenze economiche con approccio matematico e tecnologico.

L’ingegnere gestionale è specializzato nella progettazione, organizzazione e gestione di imprese o di settori di imprese e organizzazioni.

Le sue mansioni sono:

  • Analisi dei costi e delle prestazioni di singoli dipendenti, squadre di lavoro o reparti
  • Controllo della qualità e della sicurezza dei processi aziendali
  • Gestione dei progetti innovativi
  • Progettazione della ristrutturazione di settori o reparti dell’impresa
  • Analisi della convenienza delle diverse possibilità di investimento o di finanziamento dell’impresa
  • Analisi i mercati di approvvigionamento e di sbocco dell’impresa
  • Progettazione, pianificazione e gestione dei singoli processi nelle organizzazioni

Ne consegue che l’ingegnere gestionale deve avere grandi capacità di analisi, con competenze economiche e matematiche. Il percorso di studi garantisce un approfondimento di diverse discipline e, per questo, è da considerarsi estremamente versatile. La versatilità è utile sia a livello professionale, sia a livello personale, perché ti permette di avere un buon bagaglio di conoscenze.

#2 Grande varietà di scelta occupazionale

Uno dei grandi benefici di questo percorso di studi riguarda, come abbiamo accennato, la grande varietà di scelta dal punto di vista occupazionale. Ma quali sono gli sbocchi lavorativi per chi possiede una laurea in Ingegneria Gestionale?

Vediamo i principali:

  • Supply Chain Manager: si occupa della gestione del processo di trasferimento di un prodotto/servizio dal fornitore al cliente. Lo scopo del suo operato è migliorare l’efficienza di tutto l’approvvigionamento risorse e stoccaggio.
  • Software developer: si tratta di una delle professioni più ricercate nel mondo del lavoro. Si occupa della scrittura di codici per la realizzazione di siti, piattaforme, strutture informatiche.
  • Consulente IT: aiuta le imprese nella scelta di soluzioni di information technology più adatta per poter raggiungere un bisogno specifico.
  • Logistic manager: lavora nel settore di logistica e trasporti, perciò calcola i percorsi più efficienti per far trasportare la merce da un punto ad un altro e migliorare le prestazioni di consegna.
  • Data manager: in questa professione ci si occupa di gestire i dati di un settore produttivo al fine di pianificare delle strategie per entrare in uno o più mercati.
  • Sales analyst: si occupa di studiare i dati di vendita, aiutando l’impresa a capire le scelte commerciali più ragionevoli da prendere in considerazione. Dovrà monitorare quanti e quali prodotti vengono venduti maggiormente in certo periodo e quali invece non hanno avuto successo. Ciò permette di capire quali sono appunto i tipi di prodotti e servizi sui quali puntare, poiché apprezzati dal pubblico e quali invece no.
  • Business analyst e Business Intelligence analyst: queste professioni si occupano di consulenza. Esse elaborano strategie per ideare nuove opportunità di business, mettendo al corrente dei propri clienti su cosa fare per avere una buona posizione sul mercato.

Queste sono solo alcune delle professioni che si può svolgere con questo titolo di studio.

#3 Ottime possibilità in ambito lavorativo

La professione dell’ingegnere gestionale è molto richiesta nel mercato del lavoro. Puoi lavorare all’interno di aziende pubbliche o private, oppure come consulente indipendente.

Secondo i dati risultati dell’indagine di AlmaLaurea nel 2017, su 76mila neolaureati (dopo tre anni dal conseguimento del titolo di studio) il tasso di occupazione di ingegneria gestionale e del 96%.

Un dato che di certo rincuora se si parla di prospettive occupazionali.

#4 Un ottimo stipendio

Anche lo stipendio non è un dato da sottovalutare, e fortunatamente, questo è un altro motivo per cui scegliere ingegneria gestionale.

In media lo stipendio di un Ingegnere Gestionale è di 36.850 € lordi all’anno (ovvero 1.900 € al mese al netto delle tasse). Questo stipendio è superiore del 23% rispetto alla retribuzione media di un lavoratore in Italia.

Il massimo che si può guadagnare in Italia come Ingegnere Gestionale è oltre i 94.000 € lordi all’anno, partendo da uno stipendio minimo di 22.800 € lordi all’anno.

#5 Avrai l’opportunità di lavorare per grandi imprese

Hai mai pensato di lavorare ai piani alti di grandi imprese? Magari brand che sono leader mondiali del loro settore?

Magari no, ma di certo capirai che avrà i suoi notevoli vantaggi.

Infatti, con un titolo di ingegnere gestionale potrai entrare a far parte del team di grandi aziende, occupandoti della gestione di loro risorse e molto altro ancora. Prima ti abbiamo accennato a qualche professione, ad esempio.

Lavorare per aziende prestigiose è di certo una grande soddisfazione a livello lavorativo ma soprattutto personale.

Se queste cinque motivazioni ti hanno convinto, la laurea in ingegneria gestionale Unicusano è la soluzione ideale per iniziare la tua formazione in questo campo. Questo percorso di studi punta a fornire competenze di ampio spettro nella gestione di sistemi complessi, ma anche competenze specifiche nella gestione della produzione industriale e della sicurezza e protezione degli impianti.

Una delle caratteristiche più interessanti dei corsi di laurea Unicusano è la metodologia telematica: potrai seguire le lezioni comodamente online, accedendo ad una piattaforma di e-learning attiva 24 ore su 24, 7 giorni su 7. L’unico momento in cui è richiesta una presenza fisica è per lo svolgimento degli esami, oltre che per la discussione della tesi di laurea.

Se vuoi saperne di più e iniziare questo percorso di studi in ingegneria ad Ancona, contattaci ora.

***

Credits Immagine: DepositPhotos / shock

CHIEDI INFORMAZIONI

icona link