I consigli per gli studenti di Ancona su come migliorare la memorizzazione in vacanza.

Agosto è sempre stato sinonimo di vacanze e non facciamo finta di non saperlo. Al contempo, sono tanti gli studenti che si domandano come fare a non dover rinunciare a qualche giorno di relax a causa dello studio, magari trovando il perfetto equilibrio tra i due. Ovviamente, qui all’Unicusano di Ancona i corsi di laurea online e i master online hanno una soluzione incorporata, quella delle piattaforme telematiche, che permettono di organizzare la propria attività accademica nel modo più indipendente e personale, facendo conciliare studio e vacanza senza alcuno sforzo.

Ma comunque serve tirare fuori qualche arma in più contro la pigrizia e la voglia di chiudere i tablet fino a Settembre. La soluzione chiave è: memorizzare. una memoria veloce e reattiva sarà la vostra prima alleata, permettendovi di ottimizzare al meglio le vostre ore di studio, come se non aveste altro altro che stare sui libri tutto il mese. Ma come fare ad acquisire questa supermemoria?

Orari freschi e realistici – È rinomato che il caldo non gioca a favore di nessun organismo studentesco. Dunque, per quanto le prime ore del pomeriggio siano quelle in cui lo studio si sposa meglio con l’assenza di altre attività da fare, siate realistici e scegliete ore con temperature più fresche, che rendano l’apprendimento un processo più facile da affrontare. Le prime ore del mattino sono un esempio perfetto: per quanto richiedano una sveglia un po’ più rigida, vi permettono anche di studiare al meglio, senza dover sacrificare il divertimento con i vostri amici.

Imparate dai saggi – Fu Seneca il primo grande ideatore di quelle che oggi chiamiamo, nel gergo telematico, keywords. Egli notò infatti che la memoria riceveva grande beneficio nel funzionare per associazione. Per quanto, paradossalmente, bisogna ricordarsi più cose, risulta più facile farlo se ad un concetto, un nome, una data o una qualsiasi altra nozione da memorizzare associamo qualcosa che ce la ricordi. In tal senso, concetti buffi e comici possono aiutare moltissimo.

La regola del 3 – Il primo giorno in cui apprendete un concetto nuovo, assicuratevi di ripassarlo ogni 3 ore. Prendetevi 5 minuti per ripeterlo ad alta voce, magari a qualcuno, così da imprimerlo bene nella vostra mente. Dopodiché, ogni 3 giorni ripassatelo nuovamente. In questo modo, terrete sempre bene sotto controllo tutti i concetti che dovete imparare.

CHIEDI INFORMAZIONI

icona link