informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come migliorare il profilo Linkedin per trovare lavoro?

LinkedIn è un vero e proprio social media del lavoro: in questo ecosistema è possibile interagire con potenziali datori di lavoro e responsabili HR, creando un profilo appetibile e mostrando le tue abilità. Se sfruttata al massimo delle sue potenzialità, questa piattaforma può aprirti davvero molte strade e facilitare la ricerca di un lavoro.

Se vuoi ottenere lavoro, dovrai prestare attenzione a diversi dettagli. Ecco perché ti spiegheremo come migliorare il profilo Linkedin per trovare lavoro.

Prima di tutto, sai cos’è LinkedIn? Come abbiamo detto, LinkedIn è un social network, una piattaforma che consente di:

  • Far incontrare domanda e offerta di lavoro, quindi chi ricerca lavoro e datori di lavoro;
  • Condividere i tuoi pensieri e le tue competenze attraverso contenuti specifici (video, foto, testo…);
  • Raccontare il proprio percorso lavorativo e di formazione, come una sorta di curriculum vitae digitale.

Detto questo, siamo pronti per vedere cosa migliorare del tuo profilo per renderti un candidato ottimale per le aziende.

Come rendere il profilo LinkedIn più accattivante

Vuoi scoprire come migliorare il tuo profilo LinkedIn? Se sfruttata al massimo, questa piattaforma è un ottimo strumento per mettersi in mostra nel mercato del lavoro.

Ci sono una serie di accortezze da seguire per rendere il tuo profilo davvero appetibile e utilizzarlo per le candidature. Ecco da dove partire per migliorare il tuo account Linkedin.

#1 Scegli una foto profilo adeguata

Uno degli errori più comuni è quello di prestare poca attenzione alla foto profilo. La foto del profilo LinkedIn è una sorta di “biglietto da visita”: deve essere semplice, pulita e professionale.

Utilizza un primo piano o mezzo busto, con sfondo a colore neutro. L’abbigliamento deve essere in linea con la tua professione. Ovviamente, il sorriso è ben accetto: l’importante è che non sia stata scattata in un contesto “vacanziero”.

#2 Usa parole chiave per la job title sotto il tuo nome

Sotto al tuo nome dovrai scrivere la job title, ovvero un titolo professionale che ti identifica. Dovrai scegliere parole che dicono ciò che fai in modo conciso, così apparirai facilmente nei motori di ricerca dei recruiter e aziende. Scegli il job title in cui ti rispecchi di più.

#3 Mostra la tua personalità nel riepilogo

Il riepilogo su questa piattaforma è un spazio in cui puoi descriverti.

Sarà una sorta di presentazione generale, in cui dovrai scrivere:

  • chi sei
  • cosa fai
  • la tua formazione
  • esperienze
  • conoscenze e competenze
  • risultati raggiunti degni di nota
  • cosa puoi offrire e cosa cerchi

Dovrai mostrare la tua personalità, perciò la creatività è la benvenuta. Puoi aggiungere in questo spazio anche dei media, come delle foto o una presentazione in PDF.

Anche qui, non essere mai prolisso, usa frasi brevi e facili da capire, non dilungandoti.

#4 Arricchisci la sezione esperienze

Proprio come in un curriculum, sul tuo profilo appare lo storico delle esperienze che scegli di inserire tu.

Ti consigliamo di non inserire un semplice elenco di lavori passati, che non dice nulla sul valore aggiunto che sei in grado di apportare in un contesto professionale.

Quando inserisci le esperienze professionali, cerca di argomentarle, definendo le tue mansioni, responsabilità, ciò che hai imparato e gli obiettivi raggiunti. Tuttavia, anche in questo caso, ricorda di non dilungarti troppo: dosa bene le parole e evita dettagli inutili. Cerca di andare dritto al punto.

Ricorda di tenere aggiornata questa sezione.

#5 Richiedi conferme delle tue competenze

Nella parte dedicata alle competenze, dovrai essere completamente sincero.

Non ha senso scrivere di possedere determinate abilità che in realtà non si hanno, solo per fare bella figura. Se ti candidi per un posto lavorativo che richiede competenze che tu attesti – falsamente – di possedere, la tua credibilità verrà meno. Perciò meglio essere onesti e, piuttosto, accrescere quelle competenze che si desiderano padroneggiare.

Fatti confermare le competenze da colleghi e ex datori di lavoro, in questo modo avranno maggiore credibilità.

#6 Crea una buona rete

Su LinkedIn crei collegamenti, ovvero utenti con cui ci si segue reciprocamente. Sono quelli che verrebbe da chiamare followers, ma non su questo social.

I collegamenti che crei devono essere utili e funzionali allo sviluppo di un network in linea con le tue aspirazioni, con cui condividere pensieri e opinioni.

Costruire una buona rete permette di accrescere le opportunità.

#7 Partecipa a corsi di interesse per la tua professione

All’interno di LinkedIn esiste una sezione chiamata “Learning”. Qui potrai abbonarti e partecipare a dei webinar, ovvero corsi online, per accrescere le tue competenze e conoscenze che verranno certificate e potrai di conseguenza aggiungere al tuo profilo personale, rendendole visibili a tutti.

Affinare le proprie competenze, ricevendo una certificazione, è come avere un titolo in più che ti permette di essere più interessante ad un possibile datore di lavoro. Perciò ti consigliamo di fare questo investimento!

#8 Iscriviti a gruppi del tuo ambito di interesse

Proprio come in altri social network, anche qui troviamo i gruppi, dove persone accomunate dallo stesso interesse discutono su diversi argomenti del settore.

Iscrivendoti a questi gruppi e interagendo, alzerai le tue chances di conoscere persone nuove e costruire agganci.

#9 Sii partecipe e fatti notare!

Proprio come per tutti i social network, per poter ampliare la tua rete e catturare l’interesse, occorre essere molto partecipi e attivi.

Perciò una volta che ti iscrivi a dei gruppi, partecipa alle discussioni e cerca di spiccare.

Attraverso il tuo profilo puoi creare contenuti, ossia dei veri e propri post in diversi formati (video, videodirette, solo testo, testo + immagini, contenuti PDF).

Potrai condividere i tuoi pensieri su un determinato argomento a te a cuore, su un qualcosa che stai studiando, qualcosa che hai notato o dare consigli.

Ovviamente tutto inerente al tuo lavoro e settore di specializzazione!

Puoi aggiungere delle reazioni ai post degli altri utenti, consigliando i loro post. Commenta sotto i loro post, dai inizio a dibattiti: solo in questo modo potrai farti notare.

Mettendo in pratica questi consigli, potrai migliorare il tuo profilo su LinkedIn e iniziare a cercare lavoro sfruttando il potere di questo social media.

***

Credits Immagine: DepositPhotos / NastyaBerezen

Comments Off on Come migliorare il profilo Linkedin per trovare lavoro? Studiare ad Ancona

Leggi tutto

Paura dell’esame? Ecco 5 consigli per superarla

Hai paura dell’esame e non sai come superarla o gestirla? Non ti preoccupare, si tratta di una situazione d’ansia che affligge tantissimi studenti e studentesse, chi più chi meno.

L’attesa di un esame può generare una certa apprensione: la tensione della prova e la paura che possa andare diversamente rispetto alle tue aspettative può creare una situazione di disagio.

Ma esistono dei modi per riuscire a gestire questa paura e addirittura affrontarla di petto? Certo che sì! Proprio per questo abbiamo pensato a 5 consigli che potrebbero tornarti utile quando ti fai prendere dal panico in vista di un esame.

Nonostante questi suggerimenti, ricorda che si tratta di una prova d’esame e va presa esattamente per com’è: non è da sottovalutare, ma nessun risultato (anche una bocciatura) è irreversibile.

Fai del tuo meglio, segui i consigli dell’Università di Ancona Niccolò Cusano e in bocca al lupo!

Come superare la paura dell’esame? I nostri consigli

Stai cercando qualche tecnica o semplice suggerimento per superare – ma anche solamente gestire – la paura dell’esame?

Se l’ansia prima di un esame ti tiene sveglio, continua nella lettura: ecco i consigli da seguire per approcciare alla prova con maggiore serenità.

Cominciamo!

#1 Studia per tempo, in modo da avere un’ottima preparazione

Spesso, la paura pre esame è proporzionata al tuo livello di preparazione.

Chiaramente, non stiamo dicendo che pur sapendo tutto la tua ansia scomparirà, ma di certo aiuterà.

Preparati per tempo, organizzando al meglio il tuo carico di studio con un piano adeguato, spezzando il programma in diverse parti per ogni giornata.

In questo modo, arriverai all’esame sapendo di esserti preparato al meglio. L’ansia ci sarà comunque, ma sarà quella a darti una spinta in più per dare il meglio e mostrare al professore la tua preparazione.

#2 Prenditi cura del tuo corpo

Sembrerà assurdo, ma la tua mente non funzionerà al meglio se non ti prendi cura del tuo corpo.

Molti studenti e studentesse tralasciano la propria salute fisica e mentale, privandosi di ore di sonno o mangiando in maniera squilibrata.

Uno stile di vita sano permette alla mente di svolgere le varie funzioni in modo più efficiente. Insomma, migliorerai le tue performance e l’ansia sarà meno stressante.

Ecco lo stile di vita sano ideale da tenere prima dell’esame:

  • Bevi molta acqua e evita cibo da asporto. Cucina i tuoi piatti, facendo attenzione a integrare tutti i nutrienti;
  • Dormi 7-8 ore a notte e evita le “nottatacce” passate in bianco a studiare
  • Muoviti durante il giorno e concediti dei momenti di sfogo, così da equilibrarli con le ore di studio

#3 Concentrati sui successi passati, lasciando fluire i pensieri negativi

Pensare al peggio e concentrarsi sui fallimenti è tipico dell’essere umano.

Non è certo semplice, ma quello che ti consigliamo di fare è riprogrammare i tipi di pensiero che tendi ad avere, vivendo in modo più distaccato e con una visione imparziale gli avvenimenti che ti capitano davanti. Stare ore e ore a pensare ad un ipotetico fallimento non farà altro che alimentare le tue paure e il cattivo umore. Il trucco, invece, è pensare in chiave positiva: sicuramente non è risolutivo delle tue paure e non basta per superare un esame. Tuttavia, avere pensieri positivi ti aiuta a concentrarti sui successi passati, agli esami che hai superato e altre situazioni stressanti che hai saputo gestire, facendoti capire che, in fondo, ce l’hai già fatta e puoi farcela anche stavolta.

#4 Sperimenta tecniche di rilassamento

Hai mai sentito parlare di mindfulness? Si tratta di uno stile di meditazione che aiuta la persona a focalizzare la propria attenzione sul presente e sul tangibile, anziché sull’astratto.

Ecco allora che ti spieghiamo meglio la pratica della mindfulness.

Questo tipo di meditazione è stato riprovato essere uno dei metodi non medici – non come lo intendiamo in Occidente – per combattere lo stress e situazioni di forte ansia, come l’overthinking, ovvero la tendenza a rimuginare su traumi passati e ipotizzare scenari catastrofici nel futuro.

Questa tecnica, se praticata con costanza, apporta tantissimi benefici. Puoi iniziare con delle sessioni guidate che puoi trovare gratuitamente online e fare un tentativo.

#5 Studia e ripassa in compagnia di qualcuno che ti motiva

Studiare e/o ripassare assieme ai colleghi di università con cui hai più affinità, è un ottimo modo per alleviare la paura dell’esame.

Poter condividere questo momento con qualcuno nella tua stessa situazione è di solito confortante. In più, ci si può aiutare a vicenda cercando di simulare l’esame.

Questo può essere poi un ottimo esercizio di allenamento se devi prepararti ad un esame orale.

I nostri consigli per superare la paura dell’esame e della bocciatura sono finiti, per ora: per altri consigli, continua a seguirci su questo blog.

***

Credits Immagine: DepositPhotos / VitalikRadko

Comments Off on Paura dell’esame? Ecco 5 consigli per superarla Studiare ad Ancona

Leggi tutto

Come insegnare nelle scuole dell’infanzia? La guida

Vuoi sapere come insegnare nelle scuole dell’infanzia? Se hai un’attrazione verso la figura dell’insegnante per la scuola dell’infanzia, in questa guida ti illustreremo tutto ciò che ti occorre sapere per ricoprire questo ruolo.

Per insegnare nelle scuole dell’infanzia, il percorso è cambiato negli anni: per questo è necessario rimanere aggiornati su ciò che la legge prevede.

Per svolgere tale lavoro, occorrono necessariamente una serie di conoscenze e competenze che si acquisiscono con un percorso formativo stabilito precisamente, e ovviamente, una serie di soft skills per riuscire a svolgere al meglio le proprie mansioni.

Non resta che leggere questa guida e trovare tutte le informazioni che ti servono su questo argomento!

La guida per scoprire come insegnare nelle scuole dell’infanzia: ecco tutto ciò che devi sapere

Stai cercando di capire come insegnare nelle scuole dell’infanzia? In questa guida allora ti spiegheremo tutto ciò che ti serve sapere per accedere a questa professione.

Vedremo di cosa si occupa un’insegnante di scuola dell’infanzia, delle conoscenze e competenze richieste, il percorso di studi da affrontare e infine, come si entra nel mondo del lavoro.

Chi è e che cosa fa l’insegnante della scuola dell’infanzia: le mansioni

L’insegnante della scuola materna si occupa della formazione nella sua totalità di bambini di un’età compresa tra i 3 e i 5 anni.

Affiancato da altre figure professionali, svolge diverse mansioni, che vanno a dare supporto al bambino nella sua crescita.

Le diverse mansioni di questa figura professionale sono:

  • Supervisionare dei bambini, garantendo sicurezza e benessere;
  • Ideare e concretizzare un programma adatto alle necessità dei bambini;
  • Assistere i bambini durante i pasti e il riposo;
  • Insegnare attraverso attività di vario tipo il programma stabilito per bambini di età prescolare;
  • Coinvolgere i bambini nelle varie attività;
  • Favorire lo sviluppo dell’autostima e dell’autonomia del bambino;
  • Favorire e aiutare i bambini nell’espressione e interazione con gli altri;
  • Monitorare la salute psico-fisica del singolo bambino;
  • Verificare periodicamente il raggiungimento degli obiettivi stabiliti nel piano educativo;
  • Promuovere abitudini comportamentali sane;
  • Relazionarsi con le varie famiglie, rendendo genitori e/o tutori partecipi dello sviluppo del bambino.

L’insegnante di scuola dell’infanzia deve fornire un ambiente sicuro e stimolante, dove i bambini possono giocare, imparare a interagire tra loro, percepire loro stessi, conoscere cose nuove e venire a contatto con diverse attività.

Tutte le attività sono volte alla formazione e allo sviluppo intellettuale, fisico ed emozionale del bambino.

Si tratta quindi di una figura che ha un ruolo chiave nella vita del bambino nei primi anni di vita, ma che lo influenzerà per tutto l’arco della vita.

Conoscenze e competenze

Per lavorare in questo campo, sono necessarie delle conoscenze e competenze in campo psicopedagogico. Questo per garantire ai bambini una formazione assoluta e professionale, sotto qualsiasi punto di vista: mentale, affettivo, relazionale.

Per venire incontro alle esigenze del bambini, sono necessarie diverse competenze che si acquisiscono durante il percorso formativo specifico per questo ruolo.

Insieme a queste conoscenze e competenze, devono essere abbinate una serie di attitudini e predisposizioni verso i bambini e le loro famiglie.

Questo, per riuscire a garantire un rapporto positivo, che punta alla crescita e miglioramento della qualità di vita a lungo termine.

Occorre quindi essere persone propositive, con grande energia e capacità di coinvolgere e divertire.

Essere un’influenza positiva per i bambini è essenziale, ma è necessario anche sapersi rapportare con le loro famiglie, per poter costruire una relazione di fiducia.

Bisogna saper lavorare sotto pressione, mantenere la concentrazione per lungo tempo e essere sempre disponibili per accogliere i bisogni dei bambini al meglio. Ha grande importanza il saper essere buoni comunicatori, ma anche ottimi ascoltatori. Non sempre i bambini sanno comunicare al meglio i propri bisogni e pensieri: riuscire a recepirli e aiutarli ad esprimerli è uno dei doveri più importanti dell’insegnante.

È altresì fondamentale saper porre dei limiti, quindi essere una figura autorevole, che i bambini sanno di dover rispettare quando è il momento di seguire le regole.

Tutto ciò lo si apprende nel tempo, con l’esperienza, e ovviamente, con una certa predisposizione iniziale.

Percorso di studi

Vediamo ora come diventare insegnante nelle scuole dell’infanzia a tutti gli effetti.

Per poter lavorare nelle scuole materne, ma anche negli asili nido (quindi con bambini dai 0 a 3 anni) è necessaria la laurea.

Fai bene attenzione: c’è una sostanziale differenza tra l’educatore d’asilo nido (nota anche come educatrice socio-pedagogico) e insegnante di scuola materna.

Ad ogni modo, Unicusano offre diversi percorsi formativi per chi vuole avvicinarsi alla professione. In particolare, il nostro Ateneo ha all’attivo diversi corsi afferenti l’Area Formazione:

  • Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione e della Formazione (L-19) – curriculum Educatore Psico-Educativo e Sociale
  • Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione e della Formazione (L-19) – curriculum Educatore Servizi per l’infanzia
  • Corso di Laurea Magistrale in Scienze Pedagogiche (LM-85) – curriculum Socio-Giuridico
  • Corso di Laurea Magistrale in Scienze Pedagogiche (LM-85) – curriculum Psico-Educativo

La caratteristica della formazione Unicusano è la possibilità di seguire le lezioni comodamente online. Come? Attraverso la metodologia telematica: con questo approccio, sarai tu a decidere quanto tempo dedicare alla tua formazione. Connettendoti alla tua Area Studenti, potrai seguire le lezioni in streaming, scaricare il materiale didattico di supporto e interagire con docenti e colleghi di corso. Il tutto coniugando la vita accademica con eventuali impegni professionali e personali.

Iniziare a lavorare come insegnante nelle scuole dell’infanzia

Una volta conseguito questo titolo di studio, si può proseguire in due diversi modi, a seconda di dove si desidera lavorare.

Se si desidera lavorare all’interno di strutture pubbliche, l’unica via è partecipare e superare un concorso.

Altrimenti, se si vuole lavorare in scuole dell’infanzia private, occorre candidarsi inviando un curriculum vitae (come si farebbe per la candidatura a qualsiasi azienda) e aspettando una telefonata per un colloquio conoscitivo.

Se sei interessato ad una carriera nel settore e vorresti iniziare a formarti con Unicusano, compila il form.

***

Credits Immagine: DepositPhotos / MonkeyBusiness

Comments Off on Come insegnare nelle scuole dell’infanzia? La guida Studiare ad Ancona

Leggi tutto

Quali sono le opinioni su Unicusano?

La scelta dell’Università migliore da frequentare è uno dei passaggi più delicati nel post diploma. Oltre a scegliere con attenzione il percorso di studi e la facoltà ideale, è importante anche investire su un Ateneo che metta a disposizione degli studenti una serie di servizi utili alla crescita e allo sviluppo di skills personali e professionali.

Ogni anno ci impegniamo a raccogliere commenti e feedback dai nostri studenti e lavoratori per migliorare sempre di più la qualità dei nostri corsi e l’efficienza dei servizi dell’Ateneo. In Unicusano siamo particolarmente attenti alle opinioni degli studenti, perché crediamo che l’Università sia il punto di inizio di una carriera professionale e, proprio per questo, deve essere un luogo di crescita e di sviluppo.

Ecco cosa pensano gli studenti del nostro Ateneo.

Cosa amano gli studenti di Unicusano?

Sicuramente il nostro Ateneo è particolarmente apprezzato dagli studenti per alcuni fattori, che lo distinguono dagli altri Atenei. Ciò che piace di più agli studenti è:

  • La possibilità di seguire le lezioni online, sfruttando la metodologia telematica
  • La flessibilità organizzativa, che permette anche agli studenti lavoratori di seguire le lezioni in qualunque luogo e in qualunque momento
  • La disponibilità dello staff e l’assistenza didattica sempre disponibile di docenti e tutor
  • Le numerose alternative e specializzazioni offerte dall’Ateneo
  • La possibilità di accedere a stage e tirocini, usufruendo anche del Career Service, un valido aiuto per entrare nel mondo del lavoro

La qualità della didattica: le recensioni su Unicusano

Uno dei punti di forza Unicusano è rappresentato dalla qualità della didattica, unito alla metodologia telematica. Lo racconta Simona, ex studentessa della Facoltà di Psicologia:

“La mia opinione sull’Università Niccolò Cusano è eccezionale. Questo nuovo metodo didattico che abbina le lezioni in presenza alla possibilità di studiare su internet, a seconda delle esigenze, è eccezionale. Venivo da un’altra realtà universitaria, traumatizzante, qui mi sono subito trovata a mio agio anche per tanti dettagli che vengono curati alla perfezione: il bar, la mensa con cui posso mangiare dal primo al dolce con cinque euro, la navetta che mi prende alla fermata della metro e mi riaccompagna alla fermata della metro, tutor e segreterie didattiche che risolvono ogni problema di natura burocratica. Insomma, tutto perfetto. Puoi concentrarti solo sullo studio e questo, alla fine, fa la differenza in positivo“.

Ma non solo. La qualità della didattica si unisce anche ad un’attenzione costante da parte dei tutor, che facilitano l’organizzazione e la pianificazione dello studio. Lo vediamo leggendo l’opinione di Giovanna, laureata in Giurisprudenza:

“La mia opinione dell’Unicusano? Più che positiva. Venivo da una esperienza in un’altra università, ero molto sfiduciata, ma qui esame dopo esame, con il sostegno dei tutor e dei professori, sono riuscita a ritrovare la voglia di studiare e ad arrivare, finalmente, alla discussione della Tesi. Il pregio di questo ateneo? Ce ne sono tanti. La cosa per me più importante è che ti seguono. Non ti lasciano mai sola. Da altre parti sei solo un numero di matricola. Qui no. E questo fondamentale”.

Le opinioni sui Master Unicusano

Unicusano ha all’attivo una vasta offerta di Master di I e II Livello, pensati per migliorare le tue competenze post laurea e acquisire capacità immediatamente spendibili nel mondo del lavoro.

Una delle recensioni più significative dei nostri Master è quella di Marco, che su Trustpilot ha scritto:

Avevo sentito parlare bene di quest’ateneo per i corsi di laurea ma devo dire che sono rimasto positivamente colpito anche dei master. Ho frequentato un Master Online di primo livello in Digital Marketing e ho trovato i contenuti ricchi, aggiornati e mai noiosi. Grazie!

L’università perfetta per i lavoratori

Grazie alla metodologia telematica, Unicusano permette agli studenti di organizzare lo studio con assoluta flessibilità e autonomia. Nessun obbligo di presenza in sede, se non per sostenere gli esami: le lezioni sono fruibili online, accedendo ad una piattaforma attiva 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Per questo motivo, Unicusano è l’Ateneo preferito dai lavoratori. Ecco una recensione di Saveria, che su Trustpilot scrive:

Avevo molte perplessità in merito a questa tipologia di università. Mi sono iscritta solo perché lavorando tutto il giorno non potevo fare altrimenti e mi sono dovuta davvero ricredere. Ottima qualità del servizio reso, competenza e disponibilità di insegnanti e tutor e soprattutto un modo di lavorare estremamente serio. Esperienza che consiglio vivamente per chi vuole laurearsi nella consapevolezza di poter essere assistiti durante tutto il percorso ma senza percorsi facilitati che comunque non servono a nessuno. Ottima università telematica

Se vuoi iscriverti al nostro Ateneo e iniziare un percorso di formazione, compila il form.

***

Credits Immagine: Depositphotos.com / photography33

Comments Off on Quali sono le opinioni su Unicusano? Studiare ad Ancona

Leggi tutto

I 7 consigli per scrivere un perfetto CV di un ingegnere

Come scrivere un perfetto cv di un ingegnere? Scrivere un curriculum vitae quando ancora si è agli inizi della propria carriera, può essere un’impresa ardua.

Per fortuna però, esistono delle semplici regole che puoi seguire per fare risaltare il tuo cv. Insomma, si tratta di far risaltare tutte le tue carte al meglio.

Parti già in vantaggio: la figura dell’ingegnere è infatti tra le figure professionali più ricercate nel mondo del lavoro. Questo però non basta.

Dovrai scrivere un cv efficace, che ti rappresenti al massimo e che sia convincente. La cosa peggiore infatti è scrivere curriculum che passano inosservati e che non riescono a catturare, già dal primo impatto, l’attenzione del recruiter. Tieni in considerazione che, spesso e volentieri, l’opinione di un potenziale datore di lavoro si forma nei primissimi secondi di lettura del tuo curriculum; a maggior ragione, è fondamentale utilizzare termini appropriati, utilizzare la forma corretta e non risultare noiosi.

Se non sai nemmeno da che parte cominciare, sei nel posto giusto: in questa guida ti illustreremo 7 semplici consigli da mettere in pratica per inserire le informazioni necessarie e far risaltare conoscenze e abilità apprese.

Cominciamo!

Come scrivere un curriculum per un ingegnere: tutti i consigli per un cv efficace

Scrivere un cv efficace ti sembra un’impresa? Molti studenti e studentesse si ritrovano a trasformare il loro percorso in una pagina scritta per poter entrare nel mondo del lavoro, e lo sappiamo, non è mai semplice.

Ma ti basterà seguire questi 7 consigli per riuscire a “fare colpo” con il tuo cv da ingegnere!

#1 Metti in risalto le tue skills, e argomentale (no semplice elenco)

Ovviamente esistono diverse competenze che un ingegnere deve padroneggiare al meglio. Il nostro consiglio è di non limitarti ad elencarle, ma argomentale. Ad esempio, puoi scrivere come le hai apprese. Se hai un talento particolare nell’utilizzo di un programma, puoi scrivere come lo hai appreso, ad esempio frequentando uno stage, oppure da autodidatta per passione.

Scrivi tutte le skills che hai imparato negli anni, sia tecniche, che attitudinali e trasversali.

#2 Non scrivere un cv prolisso: essere sintetici è meglio

Non credere che scrivere più cose nel tuo curriculum significherà essere più appetibile. Scrivere tanto non colmerà delle mancanze, anzi, le risalterà.

Dai quindi valore alla sostanza, non scrivere più di due pagine.

In genere un recruiter impiega in media 31 secondi a tenere o scartare un cv.

Perciò scrivi in ordine:

  • Dati personali e di contatto
  • Hard e soft skills
  • Lingue parlate
  • Formazione
  • Qualsiasi esperienza che può essere rilevante
  • Premi e riconoscimenti

Dividere in sezioni permette al recruiter di mantenere la concentrazione e guardare le cose che gli interessano. Ci sono diversi formati di curriculum: a prescindere da quale sceglierai, che sia un Europass o un CV più creativo, l’importante è che racconti le cose più importanti di te e che metta in luce i tuoi punti di forza.

#3 Metti in risalto l’esperienza

Se sei un neolaureato in ingegneria, è probabile che la tua esperienza lavorativa sia limitata. Tuttavia, non lasciarti scoraggiare.

Dedicati a stage e tirocini, in modo da poter inserire le tue mansioni in quel contesto ed eventualmente i risultati ottenuti. Se hai svolto dei project work durante gli studi universitari, menzionali.

#4 Informazioni personali: sono importanti?

Per informazioni intendiamo gli hobby, lo sport, ecc. Alcune persone scrivono queste informazioni in fondo al cv.

Noi crediamo che possano essere utili se contestualizzate, o meglio, scritte per un motivo ben preciso.

Ad esempio, se ti candidi per un ruolo in cui è richiesta leadership, e sei allenatore di una squadra di calcio nella tua città, allora potresti scrivere: “Ottima capacità di leadership ottenuta grazie alla mia esperienza di 3 anni di allenatore di calcio a…”

#5 Attenzione al layout

Quanto è importante la forma?

In questo caso, come è impostato il tuo cv è un po’ come ti vesti al colloquio: l’abito non fa il monaco, ma dice molto sulla persona e può aiutare a far crescere affidabilità nei tuoi confronti, come no.

Il layout del tuo cv deve essere cambiato a seconda del posto di lavoro a cui ambisci. Perciò realizza diversi formati di curriculum vitae.

Ricorda di redigerli in maniera chiara e ordinata, ricordando gli altri nostri consigli.

#6 Personalizza il cv a seconda della posizione per cui ti candidi

L’errore più comune quando si parla di candidature consiste nell’inviare il proprio cv a diverse aziende sperando almeno una di queste chieda un colloquio.

Purtroppo, non scriviamo il cv per essere letto da dei computer, ma per delle persone, che riescono a notare quando scriviamo cose che possono andare bene per tutti e quando invece ci siamo impegnati per ottenere quella posizione lavorativa.

Il nostro consiglio è scegliere alcuni posti per cui vuoi candidarti e ottenere informazioni su ciascuna azienda, sulle skills che richiedono, su ciò che apprezzano di un dipendente.

In seguito, modifica il tuo cv da ingegnere come se lo stessi scrivendo esattamente per quell’azienda specifica.

Vedrai che avrai molte più chances di successo.

#7 Allega una buona lettera di presentazione

Tante persone considerano la lettera di presentazione come un riassunto del cv. Ecco perché non hanno successo.

La lettera di presentazione serve sì a racchiudere la propria esperienza e cosa si sa fare, ma occorre anche esprimere la propria personalità e le proprie ambizioni: scrivi dunque cosa stai cercando e che contributo potresti dare all’azienda nel caso di assumesse.

Ricorda quindi che, come il cv, la lettera deve essere cambiata a seconda della posizione per cui ti candidi.

Ecco cosa inserire in questo documento:

  1. I tuoi estremi, come nel cv
  2. Il motivo per cui ti candidi per quella offerta di lavoro
  3. Spiega perché dovrebbero assumerti e quale contributo apporteresti all’azienda
  4. La tua formazione ed esperienza in breve (scegli ciò che è rilevante)

Il tutto deve apparire in modo fluido, in modo non prolisso e naturale, come se stessi facendo un discorso a voce.

Specializzati in Ingegneria con Unicusano

Vuoi specializzarti in Ingegneria? Unicusano offre corsi di laurea triennali, magistrali e master di primo e secondo livello. La formazione Unicusano viene erogata da massimi esperti del settore, in sinergia con le imprese; questo approccio consente di avvicinare il mondo accademico a quello professionale, offrendo una didattica sempre attuale e in linea con le richieste del mercato.

Inoltre, la didattica Unicusano viene erogata con un’innovativa metodologia didattica: la metodologia telematica. Con questo approccio, potrai seguire le lezioni in qualunque luogo e in qualunque momento: ti basterà connetterti ad una piattaforma telematica sempre attiva per scaricare il materiale didattico e interagire con docenti e colleghi di corso.

Per iscriverti alle lauree o ai Master Unicusano in ingegneria ad Ancona, compila il form e il nostro staff ti ricontatterà.

***

Credits Immagine: DepositPhotos / fiftycents

Comments Off on I 7 consigli per scrivere un perfetto CV di un ingegnere Studiare ad Ancona

Leggi tutto

5 motivi per scegliere una laurea in economia

Economia ti accende l’interesse e senti che potrebbe essere il percorso di studi che fa per te, ma ti servono ancora più certezze. Ti trovi in questa situazione?

Trovare il percorso adatto a te non è impresa facile, ma sapere un po’ cosa ti attende nel futuro potrebbe schiarire le idee e fare il grande passo. Ecco perché capire i motivi per scegliere una laurea in economia ti aiuterà a prendere una decisione definitiva.

Qui ti spiegheremo gli sbocchi lavorativi di una laurea in economia e quanto un percorso di questo genere sia ben visto nel mondo del lavoro, cosa ti permette di apprendere e come cambierà la tua attitudine.

Inoltre, come sappiamo, la società in cui viviamo si basa sull’economia; capirla metterà luce sulle dinamiche che ci riguardano direttamente e indirettamente.

Vediamo quindi i 5 motivi per laurearsi in Economia.

Perché scegliere una laurea in economia? Ecco 5 validi motivi

Quali sono i motivi per scegliere una laurea in economia? Il primo vero motivo, ovviamente, è perché ti deve piacere, ti deve interessare e anche appassionare.

Ma a volte, si vuole molto più di questo, non è vero? Ecco allora 5 validi motivi per convincerti che, se ti piace, Economia è la facoltà giusta per il tuo futuro.

#1 Economia è una delle lauree più richieste nel mondo del lavoro

Sapevi che la laurea di indirizzo economico è tra le più richieste sul mercato del lavoro?

Il percorso di studi è multidisciplinare, perciò la preparazione è ampia e permette di avere diversi sbocchi professionali, e lavorare in diversi contesti.

Piccole e grandi imprese, private o pubbliche, hanno bisogno di profili con specializzazione economica per gestire i loro business.

#2 Ampi sbocchi lavorativi

Come abbiamo visto nel paragrafo precedente, avere una laurea in economia è un prestigio non da poco. Ma in concretezza, quali sono gli sbocchi lavorativi?

Possiamo individuare 5 settori principali:

  • Contabilità
  • Gestione delle risorse
  • Organizzazione aziendale
  • Consulenza di tipo finanziario
  • Marketing
  • Pubblica Amministrazione

Per ogni settore, le professioni sono diverse, che ti permetteranno di lavorare come dipendente privato o statale, oppure di lavorare in proprio.

Dipenderà dai corsi e master che seguirai per specializzare la tua formazione, così come dalle tue ambizioni.

#3 Permette di accedere ai concorsi pubblici

Se ambisci ad incarichi nella Pubblica Amministrazione, il corso di laurea in economia, quella in giurisprudenza e scienze politiche, sono titoli di studio favoriti per partecipare ad un concorso pubblico. Questo perché offrono una preparazione adeguata per sostenere l’esame e per ricoprire questo ruolo importante.

Potresti lavorare come dirigente pubblico, per esempio: un lavoro molto importante e soddisfacente, stabile e ben remunerato.

Pertanto, questo titolo di studio apre molte strade, che oltre al privato spaziano anche nel settore pubblico.

#4 Ti permette di acquisire le conoscenze per poter iniziare una tua attività in proprio

Molte persone sognano di aprire una propria attività. Tuttavia, non è così semplice se non si hanno delle base sull’economia e la finanza.

Di certo una laurea in economia non ti assicurerà di avere la strada spianata, o di avere per forza successo, ma avrai sicuramente una marcia in più poiché saprai come muoverti.

#5 Capirai meglio le dinamiche che ci circondano

Cadiamo spesso nel tranello pensando che economia sia solo ed esclusivamente numeri e analisi di dati e grafici. Invece, è molto di più.

Sapevi che viene anche chiamata la “scienza delle scelte”? Sì, perché le diverse materie di studio permettono di comprendere tante dinamiche della nostra quotidianità, fino ad analizzare le dinamiche economiche a livello mondiale.

Essa si basa anche su studi sociali, poiché l’economia è frutto di dinamiche sociali.

Pertanto studia anche come i singoli individui e la società compiono scelte e queste decisioni sono state influenzate dall’ambiente.

Capire queste dinamiche, permette di avere grande consapevolezza della realtà in cui viviamo.

Laureati in economia con Unicusano

Ora che abbiamo visto i cinque ottimi motivi per iscriverti ad una laurea in economia, ecco i benefici della formazione dell’Università Niccolò Cusano.

Attualmente il nostro Ateneo offre i seguenti corsi di laurea triennali e magistrali:

  • Corso di Laurea in Economia aziendale e Management (L-18)
  • Corso di Laurea Magistrale in Scienze economiche (LM-56)- curriculum Mercati globali e innovazione digitale
  • Corso di Laurea Magistrale in Scienze economiche (LM-56) – curriculum Gestione e professioni d’impresa

La didattica dei corsi di laurea, guidata dai massimi esperti del settore, è stata pensata per garantire il massimo pragmatismo e vicinanza con il mercato del lavoro. Per questo sono previsti momenti pratici e occasioni formative come stage e tirocini. Inoltre la formazione Unicusano viene erogata completamente online, grazie alla metodologia telematica. Potrai connetterti ad una piattaforma online sempre attiva in cui guardare le lezioni, scaricare il materiale didattico e interagire con docenti e colleghi di corso.

Per iscriverti e saperne di più, compila il form e il nostro staff ti ricontatterà.

***

Credits Immagine: DepositPhotos / ArturVerkhovetskiy

Comments Off on 5 motivi per scegliere una laurea in economia Studiare ad Ancona

Leggi tutto

Laurea Magistrale in Scienze Umanistiche – Lingua e letteratura italiana a Ancona con il Percorso Eccellenza

Stai pensando di specializzarti negli studi umanistici e vorresti proseguire il percorso intrapreso con la triennale?

La laurea magistrale in Scienze Umanistiche – Lingua e letteratura italiana a Ancona con il Percorso Eccellenza è la scelta ideale per acquisire nuove conoscenze e reali abilità nell’ambito umanistico, con riferimento in particolare alle aree più tradizionali delle Lettere.

Oltre alla qualità della didattica, Unicusano mette in campo anche un approccio didattico innovativo: il Percorso Eccellenza. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Guida alla laurea magistrale in Scienze Umanistiche – Lingua e letteratura italiana a Ancona

L’iscrizione al corso di laurea in scienze umanistiche con curriculum in lingua e letteratura italiana è subordinato al possesso di un titolo triennale e la conoscenza di una lingua dell’Unione Europea. Il percorso di studi ha l’obiettivo di creare una connessione tra mondo accademico e mondo del lavoro, soddisfando le richieste che arrivano da quest’ultimo sia nell’ambito dell’insegnamento sia presso enti pubblici e privati, associazioni anche del terzo settore, istituti di promozione culturale e del turismo, redazioni tradizionali e web.

Che cos’è il Percorso Eccellenza

Il Percorso Eccellenza è una nuova formula Unicusano che abbina alla didattica online due interessanti novità:

  • Un mentore dedicato e in esclusiva, che ti affiancherà in tutta la durata dei tuoi studi
  • La possibilità di svolgere gli esami sotto forma di esoneri intermedi

Come funziona la laurea magistrale in Scienze Umanistiche – Lingua e letteratura italiana

La laurea in scienze umanistiche può essere seguita comodamente online. Per accedere alle lezioni e scaricare il materiale didattico di supporto, ti basterà connetterti ad una piattaforma di e-learning attiva 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Rispetto al piano di studi, questo si focalizza sullo studio delle discipline caratterizzanti del settore storico-letterario, linguistico-glottodidattico (con un numero maggiore di CFU nella didattica delle lingue), linguistico del latino e di una lingua seconda, storico e psico-pedagogico. Inoltre, è previsto lo studio di discipline affini, come l’approfondimento delle metodologie didattiche e della geografia, anche politica, con possibilità di inserire esami dell’area informatica o antropologica laddove desiderato.

Cosa cambia rispetto a un corso di laurea tradizionale?

Le differenze del Percorso Eccellenza rispetto ai percorsi tradizionali sono due:

  • La presenza di un mentore dedicato
  • La modalità di esame, che prevede lo svolgimento di prove intermedie

I benefici per lo studente

Il Percorso Eccellenza offre diversi benefici per gli studenti:

  • L’assistenza di un mentore esclusivo
  • La possibilità di organizzare al meglio gli esami, terminando il percorso nei tempi stabiliti
  • Maggiore equilibrio tra vita privata e vita accademica

Per saperne di più, compila il form.

***

Credits immagine: DepositPhoto.com/Hquality

Comments Off on Laurea Magistrale in Scienze Umanistiche – Lingua e letteratura italiana a Ancona con il Percorso Eccellenza Studiare ad Ancona

Leggi tutto

Laurea Magistrale in Scienze Umanistiche – Diffusione della conoscenza a Ancona con il Percorso Eccellenza

Stai pensando di specializzarti in lettere e proseguire i tuoi studi nel campo?

Unicusano ha all’attivo il corso di laurea magistrale in scienze umanistiche – curriculum Diffusione della conoscenza, erogato con il Percorso Eccellenza.

Il corso, di durata biennale, vuole fornire solide conoscenze e competenze di livello alto nei settori storico-letterario, linguistico-glottodidattico e storico-geografico.

Oltre alla qualità dell’insegnamento, Unicusano affianca un’innovativa metodologia: il Percorso Eccellenza.

Scopriamo insieme cos’è il Percorso Eccellenza e quali sono i benefici di una Laurea magistrale in scienze umanistiche – curriculum diffusione della conoscenza.

Quello che devi sapere sul corso di Laurea magistrale in scienze umanistiche – curriculum Diffusione della conoscenza a Ancona

Il corso di laurea è accessibile per tutti coloro che sono in possesso di laurea triennale. Le lezioni sono fruibili sia in modalità online, attraverso la piattaforma e-learning di Unicusano, che in presenza.

Percorso Eccellenza: definizione e finalità

Il Percorso Eccellenza è una nuova metodologia didattica, che ha come obiettivo quello di facilitare l’apprendimento e l’organizzazione dello studio. Tale approccio si sostanzia in due aspetti fondamentali:

  • Avrai un mentore dedicato ed esclusivo, che ti affiancherà in tutta la durata dei tuoi studi
  • Potrai sostenere gli esami finali sotto forma di prove intermedie

Come funziona la Laurea magistrale in scienze umanistiche – curriculum Diffusione della conoscenza?

Il percorso di studi punta a fornire una conoscenza approfondita nei settori più tradizionali delle lettere (lingua e letteratura italiana, storia e geografia, linguistica generale e della lingua italiana), nella seconda lingua (inglese o spagnolo), nei settori delle metodologie didattiche e in quelli utili ad acquisire pratica d’uso di livello avanzato dei principali strumenti e applicativi digitali.

Gli sbocchi occupazionali sono molteplici: potrai lavorare in Agenzie editoriali e per la promozione e valorizzazione del patrimonio culturale; istituti e agenzie deputate alla produzione e alla diffusione della conoscenza attraverso ogni tipo di media; enti pubblici o privati, associazioni e fondazioni e biblioteche.

I vantaggi per lo studente

I benefici per lo studente sono molteplici:

  • Potrai contare sul supporto esclusivo e costante di un mentore, che ti affiancherà in tutta la durata dei tuoi studi
  • Potrai organizzare e pianificare al meglio le tue sessioni di studio, massimizzando il tuo apprendimento
  • Gli esami sono fruibili sotto forma di prove intermedie
  • Le lezioni possono essere seguire online, grazie alla metodologia telematica

Per saperne di più, compila il form.

***

Credits immagine: DepositPhoto.com/AndreyPopov

Comments Off on Laurea Magistrale in Scienze Umanistiche – Diffusione della conoscenza a Ancona con il Percorso Eccellenza Studiare ad Ancona

Leggi tutto

Laurea Triennale in Lettere – Materie letterarie e linguistiche a Ancona con il Percorso Eccellenza

Stai pensando di intraprendere un percorso di studi in campo umanistico?

Il Corso di Laurea triennale in Lettere – curriculum Materie letterarie e linguistiche con il Percorso Eccellenza punta a fornire allo studente competenze in ambito umanistico ed in particolare nelle aree più tradizionali delle lettere.

Questo percorso è stato formulato per soddisfare la crescente richiesta da parte del mercato di figure adatte a valorizzare il patrimonio culturale, l’editoria e la comunicazione digitale.

Oltre alla qualità della didattica, Unicusano introduce un particolare approccio alla didattica: il Percorso Eccellenza.

Scopriamo insieme cos’è il Percorso Eccellenza e quali sono i benefici di una Laurea triennale in lettere – curriculum Materie letterarie e linguistiche.

Quello che devi sapere sul corso di Laurea triennale in lettere – curriculum Materie letterarie e linguistiche a Ancona

Il corso di Laurea triennale in Lettere – curriculum Materie letterarie ha una durata triennale ed è pensato per fornire ai laureati conoscenze ed abilità fondamentali per operare nei settori dell’area umanistica più tradizionale. Si parla, dunque, di settori letterari, linguistici, storici e geografici. Queste conoscenze, tipiche del percorso di studi, si combinano con altri insegnamenti, come lo studio di una seconda lingua.

Il corso è fruibile sia in modalità online, attraverso la piattaforma e-learning di Unicusano, che in presenza.

Percorso Eccellenza: definizione e finalità

Il Percorso Eccellenza è una nuova metodologia didattica che punta ad agevolare gli studenti nell’organizzazione dello studio e nella pianificazione degli esami. In particolare, il Percorso si identifica per due aspetti principali:

  • La presenza di un mentore dedicato e esclusivo, che ti affiancherà per tutta la durata dei tuoi studi
  • La possibilità di sostenere gli esami sotto forma di prove intermedie.

Come funziona la Laurea triennale in lettere – curriculum Materie letterarie e linguistiche?

Il corso vuole formare figure corrispondenti a un profilo umanistico più tradizionale, con conoscenze e competenze incentrate principalmente sui settori storico-letterario, linguistico, storico-geografico e antropo-psico-pedagogico.

Cosa cambia rispetto ad un corso di laurea “tradizionale”?

La prima differenza riguarda il servizio di tutorship: nel Percorso Eccellenza lo studente ha a disposizione un mentore esclusivo che lo affianca durante gli studi. Inoltre, è prevista la possibilità di suddividere un esame in più esoneri intermedi.

I benefici per lo studente

I vantaggi del Percorso Eccellenza sono molteplici. In primo luogo, avere a disposizione un mentore dedicato, con cui sostenere gli esami e organizzare al meglio gli studi. Inoltre, gli esami finali possono essere sostenuti sotto forma di prove intermedie.

Il costo della retta annuale per un corso di Laurea triennale con il Percorso Eccellenza è pari a 5.000 Euro.

Per saperne di più, compila il form per chiederci maggiori informazioni sul corso di Laurea triennale in lettere – curriculum Materie letterarie e linguistiche.

***

Credits immagine: DepositPhoto.com/yulan

Comments Off on Laurea Triennale in Lettere – Materie letterarie e linguistiche a Ancona con il Percorso Eccellenza Studiare ad Ancona

Leggi tutto

Laurea Triennale in Lettere – Diffusione della conoscenza a Ancona con il Percorso Eccellenza

Stai pensando di intraprendere un percorso universitario in lettere, ma non sai se è la soluzione migliore per garantirti un futuro professionale?

Spesso la laurea in lettere viene associata a minori opportunità professionali. In realtà, un approccio moderno a questo campo di studi può aprire a molteplici opportunità, oltre a fornire una conoscenza molto ampia di diverse discipline, dall’editoria ai nuovi media.

Il Corso di Laurea triennale in Lettere – curriculum Diffusione della conoscenza con il Percorso Eccellenza a Ancona è il primo passo per acquisire nuove conoscenze e reali competenze nell’ambito umanistico.

Il Corso, di durata triennale, vuole soddisfare le crescenti richieste del mondo del lavoro, sia nell’ambito dell’insegnamento sia nella produzione e valorizzazione del patrimonio culturale e dell’editoria e comunicazione digitale.

Ma vediamo nel dettaglio in cosa consiste il Percorso Eccellenza e perché iscriversi al corso di Laurea triennale in lettere – curriculum diffusione della conoscenza.

La guida completa al corso di Laurea triennale in lettere – curriculum Diffusione della conoscenza a Ancona

Una delle ultime novità Unicusano è rappresentata dall’attivazione dei Corsi di Laurea con il Percorso Eccellenza. I Corsi di Laurea in Lettere rientrano in questo nuovo approccio didattico e si caratterizzano per diversi aspetti, che ti spiegheremo nel corso di questo articolo.

Che cos’è il Percorso Eccellenza

Il Percorso Eccellenza è un nuovo modo di vivere la formazione universitaria, che ha già semplificato l’approccio allo studio di centinaia di studenti. Il Percorso prevede la presenza di un mentore dedicato, ossia un professionista che ti affiancherà per tutta la durata dei tuoi studi. Insieme al mentore preparerai i tuoi esami, che saranno suddivisi in prove intermedie (esoneri) al fine di bilanciare meglio il carico di studio.

Come funziona la Laurea triennale in lettere – curriculum Diffusione della conoscenza?

Il corso è fruibile sia in modalità online, attraverso la piattaforma e-learning di Unicusano, che in presenza. Le competenze acquisite in questi tre anni rappresentano la base per un’eventuale specializzazione attraverso la Laurea magistrale nello stesso curriculum.

Il piano di studi è molto vasto: oltre all’insegnamento delle materie caratterizzanti del corso, vengono affrontate discipline che abbracciano diversi settori “collaterali”, dall’editoria alla comunicazione digitale, fino all’insegnamento.

Cosa cambia rispetto ad un corso di laurea “tradizionale”?

La prima grande differenza riguarda l’affiancamento di un mentore dedicato, che organizzerà con te le sessioni di studio e ti aiuterà a prepararti per gli esami. L’altra differenza riguarda proprio la gestione delle prove d’esame: ciascuna prova verrà suddivisa in esoneri, ovvero parti più piccole dell’argomento da trattare che facilitano la gestione dello studio.

Perché scegliere il Percorso Eccellenza?

Il Percorso Eccellenza offre notevoli benefici per gli studenti:

  • La presenza di un mentore dedicato
  • La possibilità di organizzare al meglio le tue giornate, grazie ad una pianificazione dello studio
  • La possibilità di terminare gli studi nei tempi stabiliti, riducendo il rischio di ritardi

In più, così come gli altri Corsi di Laurea, anche la triennale in lettere è fruibile online, grazie alla metodologia telematica.

Se desideri ricevere ulteriori informazioni su questo percorso, compila il form qui presente per essere ricontattato, senza impegno, da un nostro consulente all’orientamento.

***

Credits immagine: DepositPhoto.com/shalamov

Comments Off on Laurea Triennale in Lettere – Diffusione della conoscenza a Ancona con il Percorso Eccellenza Studiare ad Ancona

Leggi tutto

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali