Perché studiare fundraising: l’importanza di un master e dell’adeguata preparazione di un Fundraising Manager.

Quella del Fundraising, ovvero della Raccolta Fondi, è un’attività che è mutata molto nel corso del tempo e che, in qualche modo, si è professionalizzata moltissimo sotto tutti i punti di vista.

Questo è accaduto grazie all’avvento di internet, che ha permesso di lanciare sul piano internazionale anche le campagne più piccole e territoriali, richiedendo quindi persone che sapessero gestire meccanismi molto più vasti e complessi.

A professionalizzarsi, infatti, non sono state solo le campagne, ma anche i donatori, sempre più consapevoli ed esigenti, che pretendono un costante aggiornamento dell’impiego delle risorse economiche da loro donate.

Ecco quindi perché è importante studiare fundraising per chi vuole operare all’interno di questo settore. Le soft skill di un tempo, infatti, non bastano più e competenze umanistiche, giuridiche, economiche e manageriali sono richieste a chi ha a che fare con la gestione e l’amministrazione di una raccolta fondi.

A nascere è quindi la figura dei Fundraising Manager, che richiede un tipo di certificazione e qualificazione ben più professionale che un “semplice” laureato o un professionista di altro genere che trasporta le sue competenze nel campo del fundraising.

La figura del Fundraising Manager.

Studiare Fundraising, quindi, significa studiare per diventare un Fundraiser o Fundraising Manager, colui che si propone come responsabile e primo coordinatore di una campagna di raccolta fondi per conto di un’associazione no profit.

I corsi di studio migliori per prepararsi a tale ruolo sono senz’altro i master, come ad esempio questo qui, perfetto anche per chi vuole studiare fundraising ad Ancona e dintorni.

Si tratta infatti di corsi di studio senz’altro più approfonditi e specializzanti di una semplice abilitazione fornita da un’associazione,. Gli studenti avranno accesso a competenze adeguate e al passo coi tempi, oltre che una certificazione accademica riconosciuta formalmente dal MIUR.

Consigliamo in generale master che siano specifici per la formazione di questa figura professionale e che la esplorino nella maniera più approfondita e multidisciplinare possibile. 

Le competenze acquisite grazie allo studio del Fundraising.

Studiare fundraising permetterà quindi agli studenti di raggiungere le seguenti conoscenze e competenze, adatte sia per lavorare all’interno di un’organizzazione no profit, sia come consulente per le raccolte fondi:

  • Analizzare in maniera dettagliata e mirata i bisogni dell’associazione per la quale si opera, attuando un’analisi sia interna che esterna che riesca a comprendere e differenziare tra i suoi bisogni espressi e quelli reali.
  • Elaborare un progetto di fundraising completo e adeguato, che rispetti la mission della campagna e che, attraverso documenti di progettazione strategica e operativa, stabilisca e spartisca in maniera chiara e specifica compiti e responsabilità all’interno delle varie attività da svolgere.
  • Accompagnare e soddisfare in maniera adeguata le varie necessità dell’associazione, della campagna e delle risorse in essa coinvolte. Ciò sarà possibile grazie a un sapiente monitoraggio e valutazione delle azioni messe in campo.
  • Gestire i vari processi di crescita, sia dell’associazione, sia della campagna fundraising.
  • Identificare le giuste risorse da coinvolgere all’interno di una campagna di raccolta fondi.
  • Fungere da intermediario tra l’associazione e i donatori operando come supervisore della comunicazione.
  • Gestire al meglio l’attività di follow up che segue ogni campagna di raccolta fondi e che garantisce la riuscita delle seguenti, fidelizzando il donatore.

Le opportunità di lavoro e di crescita di carriera.

Una volta conseguito il diploma di master, trovare lavoro come Fundraiser sarà particolarmente facile, grazie alla tanta e crescente offerta sul mercato. Si tratta infatti di un ruolo particolarmente ricercato, sia come parte di uno staff, sia a livello di consulenza esterna.

Nel caso specifico del Master in Fundraising di Ancona, questo corso di studi garantisce la possibilità di svolgere esperienze lavorative e tirocini che garantiscano placement finale agli studenti più brillanti. Più in generale, lo studio online permette di ottimizzare al massimo i propri tempi, dando l’opportunità di arricchire il proprio curriculum anche con esperienze extra-universitarie, così da ampliare ancora di più le proprio possibilità e la propria rete.

Per chi invece è già un professionista del settore, la certificazione fornita da questo corso di studi, che si può conciliare senza problemi con una carriera già avviata e che quindi ben si presta all’aggiornamento professionale, sarà un ottimo punto di partenza per una netta crescita a livello lavorativo.

Essa infatti fungerà da garante rispetto alle vostre competenze e strumenti aggiornati e altamente competitivi, permettendovi di accedere a posizioni che ormai richiedono un determinato iter accademico.

Informazioni e supporto.

Per maggiori informazioni rispetto al master in Fundraising e al percorso da seguire per lavorare in quest’ambito, non esitate a chiedere subito qui: il nostro staff è a vostra disposizione per assistervi e accompagnarvi nella scelta.

CHIEDI INFORMAZIONI

icona link