informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

IRES: cos’è, chi lo paga, come si calcola

Comments Off on IRES: cos’è, chi lo paga, come si calcola Studiare ad Ancona

Poche cose nella vita arrivano con precisa puntualità: una di queste, le tasse. Se sei uno studente di economia, avrai sicuramente sentito parlare dell’IRES, ossia l’imposta sui redditi per le aziende.

Sapere l’IRES cos’è, come si calcola e a chi viene applicata è fondamentale, sia che tu voglia abbracciare una professione contabile, sia che tu voglia applicare i tuoi studi al management e alla gestione di una società. Come spesso accade, sul web si trovano tante menzioni a leggi e termini complessi, che distolgono l’attenzione. In questa guida ti aiuteremo a fare chiarezza su che cos’è l’IRES, su come si calcola e su chi sono i destinatari di questa imposta. Iniziamo subito.

Imposta sul reddito delle società (IRES): cosa devi sapere

Che tu voglia aprire una società o lavorare nella contabilità, è importante capire come si effettua il calcolo IRES e come rimanere costantemente sulle regolamentazioni. Proprio come abbiamo fatto per lo scorporo dell’IVA, ti spiegheremo passo passo cos’è l’IRES, a chi è applicato, le aliquote e ovviamente, come si calcola.

Che cos’è l’IRES

Qual è il significato di IRES nel diritto tributario? L’acronimo sta per Imposta sul Reddito delle Società.

Questa imposta (proporzionale e personale) è subentrata nel 2004, sostituendo la vecchia IRPEG (Imposta sul Reddito di Persone Giuridiche). L’IRES in diritto tributario è una delle imposte che le società devono versare e si calcola sul reddito di quest’ultime, secondo un’aliquota prevista dalla legge.

Perché viene definita “proporzionale e personale”? Perché l’aliquota è fissa e si applica sul reddito di ogni singola azienda, dunque personale e in proporzione all’utile.

Se studi economia (o vorresti iniziare a farlo) probabilmente conoscerai anche l’IRAP. I due termini a confronto, forse, avranno generato in te qualche perplessità. Infatti, qual è la differenza? Fai attenzione: IRAP, IRES non sono la stessa cosa, anche se, possiamo dire, appartengono alla stessa famiglia. L’IRAP difatti, è l’imposta regionale sulle attività produttive, dunque un’imposta locale che viene applicata a tutte quelle attività che producono un bene e che sono residenti su territorio regionale.

Chi deve versare l’IRES

A versare l’IRES devono essere solo ed esclusivamente le aziende, nello specifico le Società di Capitali. Queste sono le varie società a cui viene applicata:

  • Società Per Azioni (S.p.a.)
  • Società in Accomandita Per Azioni (S.a.p.a)
  • Società a Responsabilità Limitata (S.r.l.)
  • Società cooperative
  • Società di mutua assicurazione
  • Società europee
  • Società cooperative europee
  • Trust residenti in Italia che hanno come oggetto (sia esso esclusivo o principale) l’esercizio di attività commerciale

Ma anche:

  • Trust residenti in Italia che non esercitano un’attività commerciale
  • Società e gli enti di qualsiasi tipo, pertanto anche i trust, con o senza personalità giuridica, non residenti in Italia

Quali sono le aliquote IRES

Per aliquota fissa IRES si intende una percentuale, che al momento è pari al 24%. L’aliquota viene applicata alla base imponibile del reddito della tua attività, dell’azienda, e il ricavato che otterrai da questo calcolo sarà ciò che andrà in tasse. Sarà dunque l’importo dell’imposta al netto delle spese deducibili e detraibili.

Con il Disegno di Legge di Bilancio del Governo Conte del 2019, è prevista una riduzione dell’aliquota IRES, che è pari al 15%. L’aliquota del 15% è applicabile però, solo per le imprese con determinate prerequisiti. Questo vuol dire che tali imprese devono aver effettuato investimenti in beni strumentali oppure a seconda del costo del personale a contratto a tempo determinato/indeterminato, che però è stato assunto nell’anno d’imposta.

Per conoscere gli aggiornamenti in tempo reale, è sempre utile consultare fonti ufficiali, come il sito del Ministero dell’Economia.

Come calcolare la base imponibile per l’IRES

Il metodo di calcolo della base imponibile per l’IRES cambia a seconda della natura del soggetto a cui è applicato e in base all’oggetto dell’attività esercitata. Perciò, prima di effettuare il calcolo IRES occorre determinare a quali macrocategorie appartiene l’impresa:

  • Se residente in Italia svolgendo un’attività commerciale
  • Se residente all’estero ma svolge una parte dell’attività in Italia
  • Se l’attività è non commerciale
  • Se, sia l’impresa pubblica o privata, non si occupa prevalentemente di attività commerciale.

Una volta determinati questi punti ed eseguito il calcolo per ottenere la base imponibile, dovrai applicare l’aliquota IRES 2020 al 24%. Nella pratica, il calcolo IRES dovrai effettuarlo in questo modo:

  • All’utile lordo (nonché la differenza tra i ricavi dell’azienda e i costi sostenuti per produrre un bene o fornire un servizio) dovrai aggiungere le variazioni fiscali in aumento
  • A questo punto, sottrai le variazioni fiscali in diminuzione e sottrai anche le perdite fiscali dell’esercizio precedente
  • Inoltre, dovrai tener conto della reintroduzione dell’ACE (Aiuto Alla Crescita Economica), ovvero la deduzione dal reddito imponibile netto, che si ottiene moltiplicando la base imponibile per un’aliquota fissata all’1,3%. Da questo calcolo, ricaverai esattamente l’utile netto ai fini IRES.

Ciò significa che dovrai applicare l’aliquota, pari al 24%, ed otterrai l’importo dell’imposta.

Per il pagamento si fa riferimento al modello F24, utilizzando i codici tributo appropriati.

Comprendere le imposte: le lauree economiche Unicusano

Il tema delle imposte è un tema ricorrente nel percorso formativo delle lauree economiche Unicusano. Il nostro Ateneo ha all’attivo corsi di laurea triennali e magistrali, pensati per fornirti una preparazione completa in ambito economico, finanziario e giuridico. Nello specifico, i Corsi attivi sono:

  • Corso di Laurea Triennale in Economia aziendale e Management
  • Laurea Magistrale in Economia Corso di Laurea Magistrale in Scienze economiche (LM-56)- curriculum Mercati globali e innovazione digitale
  • Corso di Laurea Magistrale in Scienze economiche (LM-56) – curriculum Gestione e professioni d’impresa

La Triennale è il primo passo da fare per acquisire solide basi in campo economico. Terminata la Triennale, potrai proseguire il tuo percorso di specializzazione scegliendo tra i due indirizzi della Laurea Magistrale. Il primo indirizzo ha una formazione fortemente orientata alla comprensione dei mercati e all’analisi dell’evoluzione nei processi sulla base della rivoluzione digitale; il secondo è più focalizzato sul management d’impresa.

La vera innovazione della formazione Unicusano risiede nella metodologia didattica adottata: la metodologia telematica. Grazie a questo approccio sarai tu, in piena autonomia, a decidere quando e dove formarti, usufruendo della didattica “a distanza”. Accedendo ad un portale online, potrai vedere le lezioni in streaming, scaricare il materiale didattico di supporto allo studio e interagire con i docenti. Con questa modalità potrai coniugare con successo gli impegni universitari a quelli di lavoro, organizzando in piena autonomia il tuo tempo.

L’argomento imposte viene affrontato anche nei Master di I e II Livello afferenti all’area economico-giuridica del nostro Ateneo. I Master prevedono una formazione verticale su determinati argomenti, utile per acquisire nozioni specifiche e immediatamente spendibili nel mondo del lavoro.

Per diventare uno studente Unicusano e accedere alla nostra formazione con l’innovativa modalità telematica ad Ancona, compila il form o chiama il numero verde 800.98.73.73

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali