informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Sindrome del Burnout: come diventare esperti con il master ad Ancona.

Burnout, intelligenza emotiva e consapevolezza del sé. Se ne sente sempre più parlare negli ultimi tempi, soprattutto in relazione ad ambiti come la scuola, il lavoro e la vita sociale. Ma di cosa si tratta?

Viviamo in una società caratterizzata da tempi molto serrati, grande competitività, ansia da prestazione e pretese produttive sempre più elevate. E se per diversi anni è riuscita a contenere se stessa, l’effetto collaterale è presto arrivato, come anche specialmente negli ultimi tempi sono giunte le prime capacità di contenerlo e di modificare dinamiche nocive, che possono condurre anche a patologie molto gravi.

Ma vediamo per esattezza cosa s’intende per sindrome di burnout e come diventare esperti professionisti nella sua gestione e cura.

Il burnout.

La Sindrome da Burnout è il culmine e dunque l’esito patologico di un processo stressogeno. In altre parole, è una sindrome patologica che affligge chi per troppo tempo è stato vittima di stress e forti pressioni, sia a livello fisico che psicologico. Potremmo chiamarla crisi di nervi, ma non è esattamente la stessa cosa. Si tratta infatti di una sindrome che si riscontra solo in ambito professionale e che si sviluppa e si verifica in tre dimensioni:

  • Il deterioramento dell’impiego rispetto al proprio lavoro
  • Il deterioramento delle emozioni originariamente associate al proprio lavoro
  • Un problema di adattamento tra individuo e ambiente di lavoro, causato dalle eccessive richieste e pretese da parte di quest’ultimo. In altre parole, quando il lavoro non è a misura d’uomo.

Il disagio che si sperimenta quando si è affetti da questa sindrome è psico-fisico e se un tempo riguardava solo coloro che operavano nelle professioni d’aiuto, ad oggi si può estendere a qualsiasi tipo di professione e luogo di lavoro, specialmente quando esso prevede attività caratterizzate da forti e intense relazioni interpersonali, specialmente quando si parla di entrare in contatto con persone che vivono stati di forte disagio e di sofferenza.

Un altro ambito in cui questa sindrome viene spesso riscontrata è quello della risoluzione di problemi quotidiani di persone in difficoltà. Anche il sistema scolastico e chi vi lavora spesso presenta soggetti affetti da questa patologia, soprattutto nel caso di educatori e insegnanti di sostegno.

Di base, la sindrome consiste in un lungo processo di logoramento e conseguente deterioramento psico-fisico, caratterizzato da una forte mancanza di energie e poca resilienza allo stress, che non viene scaricato, bensì accumulato fino a “bruciare” appunto l’individuo e tutte le sue energie.

Esaurimento emotivo, quindi, più che esaurimento nervoso, con conseguente depersonalizzazione, alienazione, cinismo e scarsa realizzazione personale. L’empatia raggiunge il suo livello minimo, come anche insonnia e depressione cominciano a fare la loro comparsa in maniera più o meno grave. Se non trattati pre tempo, questi disagi che si riversano inizialmente solo sul settore lavorativo possono vergere anche sulla vita privata, risultando in abuso di alcol e sostanze psicoattive e istinto al suicidio.

master burnout ad ancona

Come diventare un esperto in Gestione del Burnout.

Per chi ad Ancona fosse intenzionato ad approfondire e specializzare il proprio percorso proprio nell’ambito della gestione del Burnout, una grande opportunità viene presentata dall’Università Telematica Niccolò Cusano, presente sul territorio con il suo innovativo Learning Centre, dislocazione del main campus di Roma.

Il Master di I livello in Didattiche e Strumenti Innovativi – Dinamiche e relazioni e Gestione del Burnout mira proprio ad affrontare a fondo questo tema e munire l’allievo di tutte le conoscenze e di tutti gli strumenti necessari per operare in questo settore, che si tratti di operare in contesti lavorativi, didattici, educativi o socio-assistenziali.

Diventare un esperto in Sindrome e Gestione del Burnout significherà, quindi, diventare un esperto in benessere relazionale e organizzativo. Si tratta quindi di un corso di studi perfetto anche per tutti quei docenti che, seguendo le direttive della riforma “La buona scuola” (legge 107/2015 comma 121 e 124), vogliano aggiornare le loro competenze rispetto alla gestione delle relazioni scolastiche, sia per quanto riguarda gli allievi che il corpo insegnanti.

La sua natura telematica, che permette di accedere a tutte le lezioni e al materiale didattico 24 ore su 24 da qualsiasi dispositivo connesso ad internet consentono un metodo di studio indipendente, personalizzato e flessibile, che ben si concilia con una carriera già avviata.

Lo stesso vale quindi per educatori, psicologi, assistenti sociali, operatori di prima assistenza e tutti coloro che, in generale, svolgono occupazioni di questo genere. Si può comunque ritenere un tipo di aggiornamento importante anche per chi si occupa di gestire aziende medio-grandi e servizi che entrano in forte e stretto contatto con il pubblico, inclusa la Pubblica Amministrazione.

Ad essere potenziata sarà quindi la consapevolezza e la comprensione emozionale, in relazione a se stessi e agli altri, specialmente per quanto riguarda la conoscenza delle difficoltà e dei disagi rispetto al contesto lavorativo di un individuo. Sarà quindi possibile accrescere la capacità di contenimento e di resilienza rispetto a tali disagi nella relazione educativa, ma anche il benessere e la qualità dei servizi e dei processi educativi erogati.

In questi contesti, infatti, relazioni benefiche ed equilibrate sono la chiave per un’azione efficace, che permetta una reale crescita dei sistemi umani attraverso l’apprendimento e che incida positivamente gli aspetti evolutivi e la motivazione delle singole persone che entrano in contatto con tali servizi.

Verrà quindi esaminata e approfondita una dimensione relazionale inclusiva e rispettosa delle differenze, composta di variabili emozionali, affettive e motivazionali. Questo tipo di dimensione favorisce infatti l’intelligenza emozionale e affettiva, che ricopre un ruolo fondamentale sia nella vita del singolo in relazione a se stesso, sia in relazione al contesto. Il suo effetto sui processi cognitivi e sulla qualità dell’apprendimento è grande e indubbio.

Per maggiori informazioni rispetto a questo master, chiedete subito qui.

L’intelligenza emotiva nella Gestione del Burnout.

Per intelligenza emotiva si intende un processo complesso sia a livello circolare che relazionale, che negli ambiti della formazione e dell’educazione coinvolge sia l’insegnante-educatore-psicologo, sia lo studente/ragazzo/utente. Con essa, si indica la capacità di utilizzare e tenere sotto controllo, nel senso di monitorate, le proprie emozioni e i propri sentimenti, convogliandoli e veicolandoli nella maniera più giusta e rispettosa.

A livello personale, l’intelligenza emotiva riguarda la consapevolezza di sé e del proprio stato, dunque si rivela un aspetto chiave quando si parla di gestione della sindrome del Burnout. La capacità di saper riconosce e dare un nome alle proprie differenti emozioni è infatti molto importante, soprattutto a livello sociale, ed è strettamente legata alle relazioni, al saperle gestire positivamente e sviluppare capacità empatica.

Si può quindi dire che l’obiettivo del Master online in Didattiche e Strumenti Innovativi – Dinamiche relazioni e Gestione del Burnout sia quello ridefinire in positivo il burnout rispetto a differenti figure professionali, potenziare lo sviluppo e la crescita di un’intelligenza emotiva solida e sostenibile e favorire un processo educativo che sia più inclusivo. Gli allievi impareranno a gestire le dinamiche e le relazioni di gruppo e a sviluppare benessere e qualità nei processi di apprendimento e di formazione di tipo socio-educativo.

gestione burnout ad ancona

Le ragioni del Burnout.

Durante il master si esamineranno a fondo diversi temi, tra cui ad esempio le cause che possono portare all’avvenimento della sindrome del burnout. Esse sono le seguenti:

  • Sovraccarico lavorativo – Decisamente prima tra tutte, questa è la causa più frequente di Burnout. Sovraccaricarsi di lavoro, responsabilità, emozioni e impegni genera quantità di stress spesso insormontabili. Questo può avvenire sia per imposizioni esterne, quando l’ambiente di lavoro è particolarmente malsano, sia per pretese interne, quando s’intende fare più di ciò che si può. Può anche avvenire quando il carico emotivo raggiunge livelli troppo alti, a causa di avvenimenti caratterizzati da particolare disagio e sofferenza. 
  • Senso d’impotenza – Manifestandosi soprattutto nelle professioni d’aiuto, appunto, si tratta della sensazione che ciò che si fa non basti o non possa migliorare le condizioni con cui si ha a che fare. Si percepisce il proprio operato come inutile e inefficace, senza possibilità di risoluzione positiva. 
  • Assenza di controllo – Questa sensazione si amplifica e viene a galla spesso quando il bunout già è a uno stadio “avanzato”. L’individuo percepisce l’incapacità di gestire e controllare le proprie energie e le proprie emozioni, sentendosi in balia di se stesso e della propria emotività. Si può anche verificare quando l’individuo pensa di non avere abbastanza autorità per poter risolvere una situazione o un problema in maniera efficace e soddisfacente. 
  • Riconoscimento – In questo caso l’individuo prova un senso di inadeguatezza e disadattamento rispetto al riconoscimento che viene fatto del suo lavoro e della sua importanza. 
  • Assenza di comunità – In questo caso il senso di appartenenza ad una comunità viene a mancare e, con esso, crolla la capacità dell’individuo di relazionarsi, in quanto non si sente più parte di un organismo che lo sostiene e nel quale può riconoscersi. Spesso avviene nei confronti del proprio ambiente di lavoro, quando viene a mancare il sostegno e la fiducia da parte dei colleghi e dei dirigenti. 
  • Assenza di equità – L’individuo prova disadattamento rispetto all’equità percepita sull’ambiente di lavoro e di quanto soprattutto chi ricopre posizioni di maggiore importanza sia equo nei confronti dei suoi dipendenti e sottostanti. Può anche manifestarsi quando si ha spesso a che fare con situazioni di forte e costante ingiustizia e sopruso. 
  • Valori contrastanti – Alla base di professioni come quelle che fanno più grande esperienza del burnout vi è una forte etica e dei forti valori. Quando il lavoro entra in contrasto con essi, si può generare un senso di forte contrasto e impotenza.

Commenti disabilitati su Sindrome del Burnout: come diventare esperti con il master ad Ancona. Studiare ad Ancona

Read more

I 30 supercibi che fanno stare bene e aiutano a studiare.

Non importa se siete studenti di un corso di laurea online o di un master online Unicusano. Lo studio universitario non è di certo uno scherzo, soprattutto nei periodi più intensi o se abbinato a un’attività lavorativa altrettanto impegnativa.

Dunque, avere uno stile di vita che aiuti a stare bene e studiare meglio è importantissimo. Da dove si parte? Prima di tutto dall’alimentazione, elemento fondamentale della vita di ogni studente.

Oggi nello specifico parleremo di superfoods, in italiano supercibi: se ne sente parlare sempre più spesso. Ma cosa sono esattamente i supercibi e cosa li differenzia dal cibo più consueto? Quali sono i supercibi da assumere per stare bene? Quali supercibi aiutano a studiare?

Oggi cercheremo di fare chiarezza sull’argomento e di dare delle risposte a queste domande.

Cosa sono i supercibi.

Come probabilmente gli studenti del Master in cibo come cura e prevenzione o i futuri esperti in Nutrizione Clinica già sanno, in realtà i supercibi sono spesso alimenti normalissimi, che però hanno delle proprietà particolarmente benefiche o altissimi concentrati di nutrienti che aiutano a restare in salute.

Si tratta, più che altro, di un termine usato dal marketing per sponsorizzarli meglio e per quanto ci siano diversi esperti di alimentazione e nutrizione che sostengono che non ci sia nessuna base scientifica per differenziarli dal resto degli alimenti, è possibile comunque affermare che si tratta senz’altro di cibi particolarmente salutari, che più di altri aiutano a mantenere corpo e mente nutriti in modo naturale, fornendogli gli apporti di cui hanno bisogno e che, nel caso specifico, aiutano a studiare.

Ecco perché spesso vengono consigliati al posti di integratori o di pillole dai magici effetti sull’organismo, proponendoli come validi e migliori sostituti. Di contro, bisogna stare attenti non solo a non abusarne, ma anche e soprattutto a inserirli all’interno di una dieta completa, che si basa sempre sulle solite buone norme di alimentazioni: tanta fibra, pochi cibi raffinati, la minor quantità possibile di grassi saturi e un’abbondante quantità di acqua.

Non esiste infatti un cibo salutare, ma solo una dieta salutare, che per essere tale non deve mai in nessun caso essere portata all’estremo, ma deve fornire al corpo i giusti nutrienti nelle giuste quantità e combinazioni, e allontanarlo dai “veleni” che popolano le nostre cucine.

Il diffondersi di questi così detti supercibi ha inoltre aiutato ad ampliare le nostra conoscenza degli alimenti presenti in natura e nelle altre culture, aprendo la nostra dieta a cibi che prima non sapevano neanche esistere e che stanno diventando parte integrante della nostra cucina quotidiana, generando un mix molto interessante di tradizioni e culture alimentari.

supercibi che fanno bene allo studio

I 30 supercibi che fanno stare bene e aiutano a studiare.

Chiamateli supercibi o chiamateli alimenti da non farsi assolutamente mancare, ecco una lista dei 50 cibi che aiutano a stare in salute e si propongono come validi alleati per lo studio.

  1. Il cavolo nero – Altro che spinaci! Questo vegetale sarebbe stato il vero e degno alleato di Braccio di Ferro, ricco com’è di ferro, ma anche di vitamina A, C e K, di fibre e di antiossidanti. Si tratta di una verdura dalle proprietà altamente depurative ed è particolarmente adatto per favorire un buon funzionamento del fegato. 
  2. I semi di chia – Hanno fatto il loro ingresso nei nostri supermercati da poco tempo, ma sono già tra i supercibi più reperibili e conosciuti. Usati nell’antichità da Maya e Aztechi, sono insapore e vengono aggiunti a insalate, frullati o qualsiasi altro tipo di piatto per aumentare l’apporto di fibre, di grassi omega 3 e di calcio, di cui questo seme è ricco. Sono inoltre una valida fonte di proteine. Hanno consistenza croccante, rivestiti però da un piccolo guscio gelatinoso che si crea quando entrano a contatto con sostanze umide. 
  3. Le uova – Le uova sono un ottimo esempio di quando si afferma che i supercibi non sono alimenti incredibili e trascendentali, ma solo dei cibi particolarmente portentosi. Un singolo uovo contiene infatti 6 gr di proteine, ma solo circa 80 calorie. Si tratta quindi di un ottimo modo per acquisire questo nutriente. Il loro utilizzo estremamente vario le rende molto facili da inserire nella propria dieta, a seconda dei gusti e delle abitudini alimentari. 
  4. Polline delle api – Si tratta anche qui di un tipo di rimedio molto antico che per lungo tempo è stato eliminato dalle nostre cucine e che ora torna in grande splendore. È probabilmente uno dei cibi più completi esistenti in natura ed è ritenuto il più ricco di proteine di origine animale e di aminoacidi essenziali. Si rivela inoltre ricco di enzimi (più di 5000), vitamine  A,B,C ed E e di minerali. È inoltre un ottimo supplier di energia e fortifica il sistema immunitario. Spesso si assume assoluto, oppure insieme a yoghurt, succhi di frutta, o altri tipi di alimenti dolci. 
  5. Foglie di moringa – La moringa è un tipo di pianta tropicale le cui foglie possono essere consumate sia crude, che cotte. Poco diffusa e conosciuta, è in realtà ricca di ferro, calcio, fibra, magnesio, potassio, proteine e amminoacidi. Insomma, un vero supercibo! 
  6. Bietola – Ritorniamo all’alimentazione più classico con questo vegetale che ricopre un posto d’eccellenza tra i cibi che aiutano a restare in salute, riunendo i principi attivi del cavolo nero (vedi sopra), del cavolo verza e degli spinaci. Dunque abbondante vitamina C, A e vitamina K per la bietola, oltre che un alto numero di antiossidanti e una buona riserva di proteine. 
  7. Fave di cacao – Evviva! Saranno contenti i più golosi, nonostante si tratti di un alimento in realtà particolarmente amaro e poco gradevole per le papille. Parliamo infatti non di cioccolato, bensì del suo ingrediente base, che poi rende particolarmente benefico anche il cioccolato fondente. Le fave di cacao sono un ottimo nutrimento per il cervello, favorendo la circolazione sanguigna e l’apporto di energie, oltre che essere dei grandi antiossidanti. La loro aggiunta a frullati o altri cibi crudi ne permetterà l’assorbimento bypassando l’amarezza e godendo del loro retrogusto cioccolatoso. È da specificare che queste fave, se cotte e trasformate con l’aggiunta di zucchero, si trasformano automaticamente in un alimento particolarmente dannoso se assunto in grandi dosi. 
  8. Bacche di Goji – Spesso vengono nominate da chi fa dell’umorismo sui supercibi. Sono infatti state tra le prime ad essere chiamate in causa quando nacque il concetto dei superfood e sono state la base della famosa e controversa Dieta Dunkan. Di base, una manciata di queste costose bacche sono ricchissime di vitamina C, vitamina B e vitamina E, oltre che di antiossidanti. Il loro costo non le rende particolarmente consigliabili agli studenti, ma è comunque bene ricordarne le proprietà benefiche. 
  9. Curcuma – Gli indiani, primi produttori e grandi utilizzatori di questa radice, la chiamano la spezia delle meraviglie. Presente anche nella miscela del curry, può essere consumata sia in polvere, che in pezzi. L’importante è che venga abbinata al pepe nero, che ne attiva la curcumina, primo e più importante principio in essa presente. La curcuma aiuta a combattere i radicali liberi, è fortemente antinfiammatoria e aiuta il cervello a mantenere sempre ben allenata la memoria. Essa inoltre è un forte aiuto nella prevenzione del cancro e in generale aiuta l’organismo a mantenersi in salute. 
  10. Aglio – Non facciamo che scansarlo dai nostri piatti e evitare di assumerlo per il famoso effetto collaterale che produce in termini di odori, ma questo piccolo agglomerato di spicchi, appartenete alla famiglia delle cipolle, è uno degli antibiotici naturali più potenti in natura. È un enorme aiutante quando si tratta di rafforzare il sistema immunitario, come anche nel prevenire i tumori. Esso inoltre aiuta nell’ossigenazione di tutto il corpo, cervello incluso, migliorandone le prestazioni, sia a livello mentale che fisico. 
  11. Mirtilli – Molte donne forse già ne conosceranno i benefici, ma questi piccoli frutti viola non sono utili solo per la circolazione e per combattere il gonfiore. I mirtilli rafforzano la memoria e le prestazioni celebrali, prevengono problemi cognitivi soprattutto legati all’avanzare dell’età e aiutano a mantenere il cervello in salute. Sono inoltre particolarmente antiossidanti. 
  12. Zenzero – Forse più popolare cugino della curcuma, anche questa è una radice portentosa e sempre più diffusa nelle nostre diete. L’apporto di energia che offre è davvero notevole, come anche le sue capacità digestive e il grande aiuto al sistema immunitario durante raffreddori e febbri. Esso infatti, mascherandosi da vitamina C agli occhi del nostro organismo, riesce a combattere gli stati influenzali, oltre che avere un grande potere lenitivo per quanto riguarda stomaco, intestino e problemi di infiammazione a livello gasto-intestinale.supercibi per studiare bene
  13. Mandorle – Quando sentire bisogno di mangiare del cioccolato, in realtà il vostro corpo ha carenza di magnesio, largamente contenuto nelle mandorle. È bene non consumarne troppe durante il giorno, proprio perché così ricche di nutrienti che, se in eccesso, possono risultare nocivi. Oltre al magnesio, annoveriamo anche grandi dosi di omega 3, oltre che vitamina E, manganes e triptofano. Insieme alle noci costituiscono un’enorme fonte di energie a lungo termine, ottime per chi deve studiare. 
  14. Noci – Conosciamo subito anche loro. Un ottimo aiuto per tenere alto l’umore, anche questi piccoli frutti non vanno consumati in quantità eccessive, ne bastano tre o quattro ogni giorno per aggiungere il giusto apporto di zinco, manganese e rame al proprio organismo. La felicità la dà la serotonina che contengono, che aiuterà il cervello a funzionare meglio e a mantenere lucidità. 
  15. Tè verde – Ormai anche lui più che rinomato per le sue benefiche qualità, accelera il metabolismo, mantenendolo attivo e depurato. Regola i livelli di glucosio, come anche il colesterolo e rallenta i processi di invecchiamento celebrale. Si rivela quindi un valido compagno mattutino per avviarsi a una buona e produttiva giornata, attivando corpo e mente. 
  16. Semi di Quinoa – Si tratta di un cereale non cereale che da diversi anni viene sponsorizzato soprattutto dalla cultura vegetariana e vegana, che ne fa ampio uso. L’apporto di proteine fornito è altissimo e costituiscono una valida alternativa per quanto riguarda fagioli e, ovviamente, carne. 
  17. Sugo di pomodori – I pomodori cotti aiutano moltissimo per quanto riguarda la circolazione sanguigna e la salute del cuore. In questo senso, aiuta anche ad ossigenare meglio il corpo e nel processo di rigenerazione.supercibi che aiutano a studiare
  18. Avocado – Ultimamente si è diffuso sempre di più nelle dieta anche di noi Italiani, sulla scia del popolo Americano che ha iniziato a farne un uso molto frequente. Si tratta di un supercibo famoso perché ricco di grassi benefici, come ad esempio l’acido oleico, la luteina, i grassi folati, ma anche di vitamina E e glutatione. Si tratta di sostanze fanno bene al cuore e aiutano nella prevenzione al tumore, poiché lo mantengono forte e in salute. 
  19. Acai – Molto simili ai mirtilli nelle somiglianze, anche questi piccoli frutti viola si meritano un posto in questa lista. Anche loro aiutano per quanto riguarda problemi circolatori e invecchiamento. Inoltre, sono tra i pochi frutti a contenere acido oleico (quello dell’olio d’oliva) e danno una gran mano nella ricostruzione muscolare grazie ai vari amminoacidi in essi contenuti. 
  20. Mirtillo rosso – Altro piccolo frutto di bosco, è carico di polifenoli, che li rende assolutamente un must quando si parla di infiammazioni, infezioni da staffilococco, fare scorta di antiossidanti o rafforzare gli enzimi del fegato, favorendone un corretto funzionamento. Sfiammanti e depuranti, diventano più che raccomandabili da tenere tra le proprie provviste. 
  21. Broccoli – C’è un detto popolare che dice che i broccoli fanno diventare intelligenti. Ovviamente, pane e intelligenza non è mai stato disponibile sulle nostre tavole, ma non è sbagliare affermare che il broccolo migliora sensibilmente le proprie prestazioni intellettuali e favorisce il funzionamento del proprio cervello. Dunque, cari studenti, fatene larga provvista. Esso inoltre presenta alte concentrazioni di vitamina C e svolge un ruolo vitale nell’eliminazione di tossine. 
  22. Yoghurt e Kefir – Cibi molto simili tra loro e ricchi di batteri benefici, si tratta di superalimenti quando si intende dare una mano al proprio intestino. Aggiungerli alla dieta quotidiana favorisce quindi le funzioni naturali e la regolarità dell’organismo. 
  23. Olio di cocco – Specialmente in un momento in cui alcuni oli si rivelano dei veri e propri veleni per il nostro organismo, l’olio di questo frutto è invece un ottimo sostituto anche per quanto riguarda burro e margarina grazie all’acido laurico. Aiuta nella prevenzione di problemi circolatori, colesterolo e pressione alta. Per quanto presenta una piccola percentuale di acidi saturi, essi non sono nocivi come quelli presenti negli altri oli. 
  24. Semi di zucca – Estremamente gustosi, sono una fonte inestimabile di magnesio, zinco e triptofano, utilissimi per la regolarità del sonno e per favorire il riposo. Assumerli nei periodi di forte stress, quando il nervosismo non aiuta a rilassarsi e mantenere il corpo ben equilibrato, i semi di zucca possono risultare una nutriente e salutare alternativa alla melatonina. 
  25. Canapa – Si tratta di un supercibo che inizialmente ha sconvolto tutti, ma le sue proprietà non sono affatto accomunabili al suo alterante derivato, la cannabis. I semi di canapa infatti favoriscono la digestione, aiutando a studiare dopo i pasti prevenendo la sonnolenza postprandiale. Inoltre, contengono fibre, proteine e omega 3 in quantità. Insomma, i benefici sono davvero tanti e assicurati. 
  26. Olio extravergine d’oliva – In questo caso giochiamo in casa come non mai. Primi produttori al mondo di questo prelibato supercibo, si tratta del miglior condimento e del miglior olio che possa essere utilizzato in cucina, ovviamente sempre in equilibrate quantità. I suoi benefici sono famosi nel nostro Paese, come anche è particolarmente facile reperirlo a buon prezzo. 
  27. Patata dolce – Molto utilizzata in America e in Europa del Nord, il suo valore nutrizionale è molto più alto rispetto a quella tradizionale più utilizzata invece nelle nostre cucine, dunque maggiormente consigliabile, anche perché più leggera da digerire. 
  28. Prugne secche – Particolarmente utili per favorire la regolarità dell’organismo, sono anche dei supercibi ricchi di polifenoli, che aiutano ad aumentare la densità delle ossa, stimolando la formazione di cellule ossee. Sono quindi un ottimo alimento per prendersi cura del proprio corpo. 
  29. Pesce – Per quanto bisogna stare attenti a non consumare pesce di profondità, che assorbe la maggior parte degli agenti inquinanti e di metalli pesanti presenti nel mare, il pesce azzurro è un alimento che più che raccomandabile, per tutti e in particolar modo per gli studenti. Estremamente ricco di omega3, garantisce il benessere dell’organismo ma soprattutto nutre il cervello. 
  30. Alga Spirulina – Nei momenti di grande stanchezza, questo supercibo è un alleato incredibile per aumentare le energie e funzionare meglio, sia a livello fisico che mentale, manetendo alta la concentrazione nonostante lo stress.

Ovviamente, non è assicurato che ciascuno di questi alimenti sia necessariamente positivo e utile al nostro organismo. Essi infatti non sono immuni a intolleranze, allergie e patologie che li rendono invece dei veleni talvolta letali e largamente peggiorativi. Consigliamo quindi di documentarvi sempre bene in merito.

Commenti disabilitati su I 30 supercibi che fanno stare bene e aiutano a studiare. Studiare ad Ancona

Read more

Perché studiare fundraising: l’importanza di un master e dell’adeguata preparazione di un Fundraising Manager.

Quella del Fundraising, ovvero della Raccolta Fondi, è un’attività che è mutata molto nel corso del tempo e che, in qualche modo, si è professionalizzata moltissimo sotto tutti i punti di vista.

Questo è accaduto grazie all’avvento di internet, che ha permesso di lanciare sul piano internazionale anche le campagne più piccole e territoriali, richiedendo quindi persone che sapessero gestire meccanismi molto più vasti e complessi.

A professionalizzarsi, infatti, non sono state solo le campagne, ma anche i donatori, sempre più consapevoli ed esigenti, che pretendono un costante aggiornamento dell’impiego delle risorse economiche da loro donate.

Ecco quindi perché è importante studiare fundraising per chi vuole operare all’interno di questo settore. Le soft skill di un tempo, infatti, non bastano più e competenze umanistiche, giuridiche, economiche e manageriali sono richieste a chi ha a che fare con la gestione e l’amministrazione di una raccolta fondi.

A nascere è quindi la figura dei Fundraising Manager, che richiede un tipo di certificazione e qualificazione ben più professionale che un “semplice” laureato o un professionista di altro genere che trasporta le sue competenze nel campo del fundraising.

La figura del Fundraising Manager.

Studiare Fundraising, quindi, significa studiare per diventare un Fundraiser o Fundraising Manager, colui che si propone come responsabile e primo coordinatore di una campagna di raccolta fondi per conto di un’associazione no profit.

I corsi di studio migliori per prepararsi a tale ruolo sono senz’altro i master, come ad esempio questo qui, perfetto anche per chi vuole studiare fundraising ad Ancona e dintorni.

Si tratta infatti di corsi di studio senz’altro più approfonditi e specializzanti di una semplice abilitazione fornita da un’associazione,. Gli studenti avranno accesso a competenze adeguate e al passo coi tempi, oltre che una certificazione accademica riconosciuta formalmente dal MIUR.

Consigliamo in generale master che siano specifici per la formazione di questa figura professionale e che la esplorino nella maniera più approfondita e multidisciplinare possibile. 

Le competenze acquisite grazie allo studio del Fundraising.

Studiare fundraising permetterà quindi agli studenti di raggiungere le seguenti conoscenze e competenze, adatte sia per lavorare all’interno di un’organizzazione no profit, sia come consulente per le raccolte fondi:

  • Analizzare in maniera dettagliata e mirata i bisogni dell’associazione per la quale si opera, attuando un’analisi sia interna che esterna che riesca a comprendere e differenziare tra i suoi bisogni espressi e quelli reali.
  • Elaborare un progetto di fundraising completo e adeguato, che rispetti la mission della campagna e che, attraverso documenti di progettazione strategica e operativa, stabilisca e spartisca in maniera chiara e specifica compiti e responsabilità all’interno delle varie attività da svolgere.
  • Accompagnare e soddisfare in maniera adeguata le varie necessità dell’associazione, della campagna e delle risorse in essa coinvolte. Ciò sarà possibile grazie a un sapiente monitoraggio e valutazione delle azioni messe in campo.
  • Gestire i vari processi di crescita, sia dell’associazione, sia della campagna fundraising.
  • Identificare le giuste risorse da coinvolgere all’interno di una campagna di raccolta fondi.
  • Fungere da intermediario tra l’associazione e i donatori operando come supervisore della comunicazione.
  • Gestire al meglio l’attività di follow up che segue ogni campagna di raccolta fondi e che garantisce la riuscita delle seguenti, fidelizzando il donatore.

Le opportunità di lavoro e di crescita di carriera.

Una volta conseguito il diploma di master, trovare lavoro come Fundraiser sarà particolarmente facile, grazie alla tanta e crescente offerta sul mercato. Si tratta infatti di un ruolo particolarmente ricercato, sia come parte di uno staff, sia a livello di consulenza esterna.

Nel caso specifico del Master in Fundraising di Ancona, questo corso di studi garantisce la possibilità di svolgere esperienze lavorative e tirocini che garantiscano placement finale agli studenti più brillanti. Più in generale, lo studio online permette di ottimizzare al massimo i propri tempi, dando l’opportunità di arricchire il proprio curriculum anche con esperienze extra-universitarie, così da ampliare ancora di più le proprio possibilità e la propria rete.

Per chi invece è già un professionista del settore, la certificazione fornita da questo corso di studi, che si può conciliare senza problemi con una carriera già avviata e che quindi ben si presta all’aggiornamento professionale, sarà un ottimo punto di partenza per una netta crescita a livello lavorativo.

Essa infatti fungerà da garante rispetto alle vostre competenze e strumenti aggiornati e altamente competitivi, permettendovi di accedere a posizioni che ormai richiedono un determinato iter accademico.

Informazioni e supporto.

Per maggiori informazioni rispetto al master in Fundraising e al percorso da seguire per lavorare in quest’ambito, non esitate a chiedere subito qui: il nostro staff è a vostra disposizione per assistervi e accompagnarvi nella scelta.

Commenti disabilitati su Perché studiare fundraising: l’importanza di un master e dell’adeguata preparazione di un Fundraising Manager. Studiare ad Ancona

Read more

Cosa fare per diventare Revisore Contabile ad Ancona: il master online, i tirocini e l’Esame di Stato.

Figura di riferimento e punto di contatto tra aziende e imprese e la Pubblica Amministrazione, il Revisore Contabile è in Italia un ruolo professionale ben definito ed estremamente specializzato. Anche detto Esperto Contabile, si tratta di una professione sempre più richiesta sul mercato all’interno di aziende e imprese sia a livello nazionale che internazionale.

Avendo a che fare con mercati sempre più vasti, complessi ed esigenti, infatti, è sempre più importante delegare ad una figura specifica e dedicata il compito di tenere la contabilità dell’ente per cui essa opera, elaborare dichiarazioni tributarie, effettuare assistenze di tipo fiscale, redarre il bilancio d’esercizio, depositare documenti e atti che richiedano una firma digitale, oppure rilasciare visti di conformità per gli studi di settore e la certificazione tributaria.

Insomma, serve una figura come il Revisore Contabile che si occupi espressamente di tutte le suddette attività. Per chi volesse diventare un Esperto Contabile, oggi parleremo del percorso da seguire per farlo, nello specifico per chi vive ad Ancona. Cominciamo dalla formazione.

Il master online.

Per chi ad Ancona volesse diventare Revisore Contabile, l’Università Telematica Niccolò Cusano, presente sul territorio con il suo Learning Centre, propone il Master online di I livello in Accounting and Finance, pensato espressamente per chi intende operare al meglio nel mondo della contabilità aziendale e d’impresa e del bilancio d’esercizio.

Il master aspira quindi a fornire una preparazione multidisciplinare e a 360º, oltre che altamente professionalizzante grazie a un corpo docenti formato da esperti del settore, che sono in grado di trasmettere agli studenti non solo il loro sapere, ma anche la loro esperienza.

Job oriented, quindi, così da creare veri e propri professionisti, anche grazie a workshop, seminari pratici e simulazioni. Gli studenti che si diplomeranno con successo da questo master saranno quindi in grado di gestire tutte le fasi legate alla rilevazione contabile di un’azienda e di gestire con estrema competenza un bilancio d’esercizio, il controllo della gestione e le attività di auditing.

Le finalità didattiche.

Il Master online in Accounting and Finance, della durata di un anno, tratterà quindi le seguenti materie atte a premettere agli studenti di Ancona di diventare Esperti Contabili capaci di misurarsi sin da subito con il reale mondo del lavoro:

  • Elementi introduttivi: impresa, società e bilancio.
  • La redazione del bilancio.
  • L’analisi di bilancio, pianificazione e controllo di gestione.
  • Revisione legale dei conti.
  • Finanza aziendale e valutazione d’azienda.
  • Operazioni straordinarie.

Perché studiare online ad Ancona.

Come abbiamo detto, quello in Accounting and Finance è un master online, erogato in modalità blended grazie alle piattaforme telematiche Unicusano.

A molti sorgerà spontanea la domanda del perché scegliere di studiare online per diventare Revisore Contabile, invece che seguire un corso di studi tradizionale. La risposta è racchiusa in moltissimi vantaggi e nell’affrontare i falsi miti dello studio telematico.

Questa modalità, infatti, permette di accedere a tutte le lezioni e a tutto il materiale didattico 24 ore su 24, consentendo la massima indipendenza e personalizzazione del metodo di studio. Gli studenti potranno decidere come, dove e quando studiare, ottimizzando al massimo i propri tempi e lasciando spazio per altre esigenze e attività.

Proprio per questo si tratta di un master perfetto anche per chi, già esperto del settore, voglia aggiornarsi professionalmente, facendo coincidere l’attività accademica con un lavoro già avviato.

Il Learning Centre di Ancona offre inoltre un punto di riferimento e supporto sul territorio, sempre disponibile, e che permette di usufruire di tutti i servizi di un ateneo universitario più tradizionale, con lezioni in aula, mensa e biblioteca.

Per chi poi pensa che studiare online significa essere poco seguiti, la smentita è data dalla figura del tutor personale, che viene assegnato a ciascuno studente all’inizio del percorso. Si tratta di una figura di supporto atta a consigliare e seguire lo studente durante tutto il corso di studi, così da assicurarsi che riesca a raggiungere i propri obiettivi, sia didattici che professionali.

I tirocini, l’esame e l’albo dei revisori contabili.

Studiare online consente anche di avere tempo disponibile per eventuali esperienze lavorative e tirocini curriculari e extracurriculari che aumentano le proprie credenziali e le proprie opportunità di lavoro.

Ad ogni modo, a seguito del Master in Accounting and Finance, tutti gli studenti interessati ad iscriversi all’Albo dei Commercialisti e degli Esperti Contabili e alla Cassa Nazionale di Previdenza dei Ragionieri dovranno iscriversi al registro del Tirocinio e compiere un praticantato della durata di tre anni, al seguito del quale potranno sostenere l’Esame di Stato.

Informazioni e supporto.

Per maggiori informazioni rispetto a questo master, non esitate a chiedere subito qui, oppure a visitare il nostro portale online o il nostro Learning Centre.

Commenti disabilitati su Cosa fare per diventare Revisore Contabile ad Ancona: il master online, i tirocini e l’Esame di Stato. Studiare ad Ancona

Read more

Specializzarsi in Logistica e Trasporti ad Ancona: il master online e le tante opportunità.

Specializzarsi in Logistica e Trasporti ad Ancona è il modo migliore per aggiornarsi professionalmente o per specializzarsi in questo settore così dinamico e in continuo cambiamento. Nell’epoca della globalizzazione e dell’internazionalizzazione delle imprese e dei servizi, infatti, trasporti capillari e efficienti, che facciano circolare con puntualità e sicurezza merci, prodotti e comunicazioni, sono assolutamente fondamentali. Altrettanto fondamentali sono esperti del settore che sappiano gestire al meglio tali trasporti e affrontare con prontezza ed efficacia eventuali problematiche o richieste specifiche.

Il master online ad Ancona.

Specializzarsi in Logistica e Trasporti ad Ancona è oggi possibile grazie al master online proposto dall’Università Telematica Niccolò Cusano, presente sul territorio con il suo Learning Centre, oltre che ovviamente alle sue piattaforme telematiche.

Il master è infatti erogato in modalità blended, permettendo agli studenti di accedere a tutte le lezioni e al materiale didattico 24 ore su 24 da qualsiasi dispositivo connesso ad internet. In questo modo, lo studio potrà essere organizzato da ciascuno studente in maniera indipendente e personalizzata, facendolo conciliare con le proprie necessità o con un lavoro già avviato.

I destinatari e le finalità didattiche.

Questo master è quindi perfetto sia per i laureati e neolaureati che intendono specializzarsi ulteriormente in questo settore, sia per tutti gli esperti dell’ambito della logistica e dei trasporti che vogliono aggiornarsi professionalmente.

I temi trattati e le materie in cui il master è suddiviso sono quindi le seguenti:

  • Diritto ed Istituzioni del Sistema di Trasporto
  • Economia della Logistica e dei Trasporti
  • Infrastrutture e vettori della Logistica e del Trasporto
  • Gestione strategica, finanziaria e di marketing delle imprese di logistica e di trasporto
  • Logistica operativa: i servizi di trasporto e i criteri di valorizzazione dei costi e ricavi
  • Logistica economica
  • Analisi economiche e finanziarie per la gestione delle imprese di trasporto e di logistica
  • Gestione strategica e politiche del marketing delle imprese di trasporto e logistica
  • Sistema di elaborazione e telematica applicata

Per maggiori informazioni, non esitate a chiedere subito qui. Vi aspettiamo!

Commenti disabilitati su Specializzarsi in Logistica e Trasporti ad Ancona: il master online e le tante opportunità. Studiare ad Ancona

Read more

Studiare per un Master in Business Administration ad Ancona: ecco tutte le opportunità Unicusano.

Gestione, amministrazione, esercizio: tutte attività che rientrano attraverso il know how che bisogna possedere per lavorare nel campo della Business Administration, vale a dire la gestione aziendale. Che si tratti di un’azienda pubblica o privata, le dinamiche e gli strumenti da usare per effettuare un managing e un’amministrazione valida e al passo coi tempi sono in continuo cambiamento.

L’aggiornamento è tutto. Ad Ancona l’Università Telematica Niccolò Cusano propone il Master online di II livello in MBA Master of Business Administration.

Le finalità del master MBA di Ancona.

La principale finalità del master è quella di fornire strumenti e competenze aggiornate e innovative rispetto alla direzione d’impresa.

Il percorso formativo sarà quindi orientato allo sviluppo di professionalità altamente specializzate e che risultino in grado di operare con versatilità, efficienza e dinamismo in settori come l’economia, la finanza, i mercati, il general management, il marketing, il diritto aziendale e le nuove tecnologie.

Gli sbocchi professionali del’MBA di Ancona.

Al termine di questo master online, gli studenti potranno ricoprire vari e diversi ruoli professionali al massimo delle loro capacità e potenzialità. Nello specifico, gli sbocchi lavorativi sono:

  • Chief Executive Officer
  • General Manager
  • Project Manager
  • Business Development Manager
  • Human Resources Manager
  • Marketing Manager
  • Strategy Manager
  • Finance Manager
  • Management Consultant

I destinatari del master MBA di Ancona.

Il master online in MBA di Ancona è perfetto sia per chi appena laureato voglia approfondire ulteriormente le proprie conoscenze e competenze, sia per chi già esperto del settore voglia aggiornare il suo know how e arricchire le opportunità di carriera. Nello specifico, il master è rivolto a:

  • General Manager
  • Imprenditori che intendono acquisire esperienza in campo manageriale
  • Dottori commercialisti e liberi professionisti
  • Dipendenti e consulenti di aziende pubbliche o private che intendono acquisire nuove teorie e strumenti nell’ambito della BA
  • Responsabili di settori di contabilità generale e industriale, paghe e contributi, bilancio aziendale, tesoreria, controllo gestionale
  • Tributaristi e giuristi d’impresa
  • Dottori commercialisti e revisori contabili
  • Tutti i laureati in discipline economico-giuridiche

Per maggiori informazioni, non esitate a chiedere subito qui. A presto!

Commenti disabilitati su Studiare per un Master in Business Administration ad Ancona: ecco tutte le opportunità Unicusano. Studiare ad Ancona

Read more

Master online in Omicidio Colposo Stradale ad Ancona: l’offerta didattica e perché sceglierlo.

Anche ad Ancona l’Università Telematica Niccolò Cusano propone il nuovo e aggiornatissimo master online in Omicidio e lesioni colpose stradali tra Diritto, Processo e Medicina Legale. Atto a fornire una preparazione fortemente job oriented e multidisciplinare, affronta il tema delle scienze penalistiche integrate, trattando tematiche sia afferenti al Diritto Penale sostantivo e processuale, sia alla medicina legale e al Diritto Costituzionale.

Il master si rivolge quindi sia ai laureati in discipline umanistiche e tecnico-scientifiche, sia agli esperti del settore che intendono aggiornarsi professionalmente. Parliamo quindi di operatori in possesso di Laurea Magistrale, appartenenti alle Forze di Polizia Giudiziaria, operatori del Diritto e dipendenti della Pubblica Amministrazione nei settori interessati.

L’offerta didattica.

Il Master in Omicidio colposo stradale è suddiviso in sette differenti moduli, che affrontano sette differenti macromaterie, a loro volta suddivise in corsi di studio più specifici.

  • L’origine della nuova normativa in materia di omicidio e lesioni stradali.
  • I principali problemi dogmatico esegetici relativi al delitto colposo.
  • La struttura del delitto colposo.
  • I profili di Diritto Processuale Penale e di Medicina Legale.
  • Il sistema sanzionatorio.
  • Dolo eventuale, colpa per inosservanza di leggi o terza via?
  • Conclusioni e prospettive di riforma.

Perché scegliere un master online.

I vantaggi di un master online sono tutti racchiusi nella libertà di poter organizzare il proprio tempo e il proprio studio in maniera indipendente e flessibile, a seconda delle proprie esigenze, andandolo a conciliare anche con una professione già avviata.

Le piattaforme telematiche Unicusano, infatti, permettono di accedere a lezioni e materiale didattico 24 ore su 24, da un qualsiasi dispositivo connesso alla rete.

D’altro canto, il Learning Centre di Ancona e il tutor personale offriranno un punto di riferimento più territoriale, garantendo lo stesso supporto e gli stessi servizi di un’università tradizionale, ma senza imporre la loro frequentazione agli studenti che preferiscono studiare in remoto.

Per maggiori informazioni, non esitate a chiedere subito qui. A presto!

Commenti disabilitati su Master online in Omicidio Colposo Stradale ad Ancona: l’offerta didattica e perché sceglierlo. Studiare ad Ancona

Read more

Master online in Tourism Management ad Ancona: perché sceglierlo e le finalità didattiche.

Con Tourism Management ci si riferisce a un ambito del settore turistico in cui lavorano tutti coloro che sono specializzati grazie a master o altri corsi di studio in governance e management delle attività e dei luoghi turistici, sia a livello nazionale che internazionale.  Si tratta di un ruolo ben specifico e fondamentale all’interno di questo settore lavorativo, per cui essere esperti e qualificati è assolutamente fondamentale. Non ci si può improvvisare tourism managers, ma bisogna avere nero su bianco le competenze e gli strumenti adatti per poter operare in tal senso.

Come fare per chi vive ad Ancona.

Se pensate che volersi specializzare in quest’ambito per chi vive ad Ancona equivalga necessariamente a doversi trasferire in un’altra città, non è affatto così! Permettendovi di restare comodamente seduti sui vostri divani o alle vostre scrivanie, l’Università Telematica Niccolò Cusano di Ancona, presente sul territorio con il suo innovativo Learning Centre, propone il Master online in Tourism Management. La modalità blended con cui il corso di studi viene erogato lo rende perfetto per ottimizzare il proprio tempo e organizzare il proprio studio in maniera indipendente e personalizzata, conciliandolo con un’attività professionale già avviata, o qualsiasi altra necessità. Grazie al Learning Centre e al tutor personale, poi, ogni studente potrà avere punti di riferimento più fissi e “concreti” da affiancare a un tipo di studio dinamico e indipendente.

Le finalità del master.

Particolarmente job oriented e arricchito con workshop e seminari ad hoc, oltre che da tirocini curriculari ed extracurriculari per aumentare le proprie connessioni professionali e le proprie opportunità d’impiego, le materie affrontate con il master sono:

  • General Management
  • Management dell’impresa e della destinazione turistica
  • Diritto del Turismo
  • Organizzazione delle attività culturali e turistiche
  • Comunicazione e marketing per le risorse culturali

Per maggiori informazioni, non esitate a chiedere subito qui. A presto!

Commenti disabilitati su Master online in Tourism Management ad Ancona: perché sceglierlo e le finalità didattiche. Studiare ad Ancona

Read more

Master online in Nuovi professionisti del web ad Ancona: diventa un media factory!

Il web 2.0 è il web della nuova era, che permette all’uomo di essere costantemente connesso, trovare su internet domande, risposte e soddisfazione dei propri bisogni. Si tratta quindi di un tipo di web fondamentale all’interno delle vite di ciascuno e capace di determinare anche l’andamento dei mercati e il successo di un’azienda. Non basta avere una grande idea: se non si è sul web, purtroppo o per fortuna, è come non averla mai avuta.

Parliamo quindi di importanza cruciale nelle operazioni di marketing di qualsiasi tipo di azienda o realtà commerciale, ma anche per creare una rete con la propria clientela e fidelizzare la comunità. Data l’importanza di queste azioni digitali, professionisti del web specializzati con master e corsi accademici sono ricercati da tutte le aziende per svolgere questo tipo di attività, per le quali bisogna essere sempre più esperti e specializzati.

Come specializzarsi ad Ancona e perché farlo online.

Per chi ad Ancona voglia diventare un vero professionista, l’Università Telematica Niccolò Cusano, presente sul territorio con il suo Learning Centre, propone il Master online in Nuovi professionisti del web: i media factory. Erogato in modalità blended, quale miglior corso di studi per imparare come si gestisce il web se non un corso di studi che fa del web il suo primo vantaggio? Lezioni e materiale didattico saranno disponibili 24 ore su 24 così da permettere la massima ottimizzazione del proprio tempo e un’organizzazione dello studio personalizzata e indipendente.

Le finalità del master.

Al termine del master ogni studente, ormai professionista sarà in grado di:

  • Operare e gestire al meglio i sempre più prediletti mezzi brand entertainment oriented e atti alla partecipazione, come ad esempio blog, social media e community.
  • Ideare e gestire in maniera autonoma ed efficace una strategia riferita ai digital media.
  • Operare nel settore e-commerce.
  • Progettare format e marketing plan.

richiesta informazioni master online ancona

Commenti disabilitati su Master online in Nuovi professionisti del web ad Ancona: diventa un media factory! Studiare ad Ancona

Read more

Master online in Counseling Psicologico ad Ancona: tutto quello che c’è da sapere!

Per quanto innata possa essere la capacità di un individuo di interagire in maniera costruttiva e ascoltare il proprio interlocutore, ci sono comunque delle competenze e degli strumenti che uno psicologo deve approfondire per poter svolgere al meglio il proprio lavoro di counseling.

Parliamo di specifiche competenze comunicative e operative, spesso sviluppate attraverso master in counseling psicologico che affrontano concetti come la consapevolezza del sé, l’ascolto attivo e l’accoglienza dell’altro, atte a facilitare i processi relazionali in ambito professionale, sostenendo lo sviluppo delle risorse personali e delle forme creative di relazione, sia nei confronti di se stessi che degli altri.

Le opportunità ad Ancona.

Per chi ad Ancona voglia approfondire e acquisire tali importantissime competenze, l’Università Telematica Niccolò Cusano di Ancona propone il Master online in Counseling Psicologico, erogato in modalità blended sulle piattaforme telematiche e presso il Learning Centre.

Gli obiettivi del master.

Si tratta di un master basato sul modello gestaltico ad orientamento fenomenologico-esistenziale e ha le seguenti finalità didattiche:

  • Sviluppare la capacità del saper fare e l’aspetto pratico del counseling psicologico.
  • Imparare a gestire le varie fasi di un intervento di counseling, vale a dire la gestione del primo contatto, l’analisi della domanda, la valutazione degli obiettivi, la mobilitazione delle risorse del cliente, la verifica dei percorsi, la riformulazione degli obiettivi.
  • Approfondire l’intervento del counselor nei differenti setting all’interno dei quali lo psicologo si ritrova ad operare, oltre che i diversi strumenti e le varie tecniche d’intervento.

Le competenze acquisite a fine corso.

Al termine del master online in counseling gli studenti saranno quindi in grado di:

  • Sviluppare le competenze professionali specifiche per lavorare come psicologi.
  • Riconoscere le funzioni dello psicologo nei vari contesti di intervento.
  • Mettere in pratica le varie capacità relazionali e comunicative necessarie per gestire un intervento di counseling psicologico.
  • Utilizzare tecniche e strumenti clinici a seconda del diverso contesto e del diverso approccio, facendo caso in particolare alla gestalt fenomenologica esistenziale.
  • Progettare in maniera attiva e operativa interventi psicosociali di promozione e del benessere psicologico.

Per maggiori informazioni rispetto a questo master, non esitate a chiedere subito qui: il nostro staff è a vostra disposizione. A presto!

Commenti disabilitati su Master online in Counseling Psicologico ad Ancona: tutto quello che c’è da sapere! Studiare ad Ancona

Read more

Informativa ai sensi dell'art. 13 del Decreto Legislativo n. 196/2003

"Codice in materia di protezione dei dati personali" 

Tenuto conto dell'obbligo di informativa nei confronti degli interessati in relazione al trattamento dei dati personali degli studenti, l'Unicusano Università  Telematica Roma, con sede in Roma, in Via Don Carlo Gnocchi 3, in qualità  di titolare del trattamento dei dati Le fornisce le seguenti informazioni:

  1. I dati personali (nome, cognome, indirizzo email, numero di telefono), raccolti attraverso la compilazione del form o al momento dell'immatricolazione, i dati connessi alla carriera universitaria e comunque prodotti dall'Università Telematica nell'ambito dello svolgimento delle sue funzioni istituzionali, saranno raccolti e trattati, nel rispetto delle norme di legge, di regolamento e di principi di correttezza e tutela della Sua riservatezza, per finalità connesse allo svolgimento delle attività istituzionali dell'Università , in particolare per tutti gli adempimenti connessi alla piena attuazione del rapporto didattico ed amministrativo con l'Università ;
  2. Il trattamento sarà  effettuato anche con l'ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzati e può consistere in qualunque operazione o complesso di operazioni tra quelle indicate all'art. 1, comma 2, lettera b) della legge (per trattamento si intende "qualunque operazione o complesso di operazioni svolte con o senza l'ausilio di mezzi elettronici, o comunque automatizzati, concernenti la raccolta, la registrazione, l'organizzazione, la conservazione, l'elaborazione, la modificazione, la selezione, l'estrazione, il raffronto, l'utilizzo, l'interconnessione, il blocco, la comunicazione, la diffusione, la cancellazione e la distribuzione dei dati");
  3. I dati personali saranno inoltre comunicati e diffusi dall'Università  attraverso i propri uffici - sia durante la carriera universitaria dell'interessato che dopo la laurea - a soggetti, enti ed associazioni esterni, per iniziative di orientamento lavoro (stage) e per attività  di formazione post-laurea;
  4. I dati personali potranno essere comunicati ad altri soggetti pubblici quando la comunicazione risulti comunque necessaria per lo svolgimento delle funzioni istituzionali dell'Università  richieste dall'interessato, quali, ad esempio, organi pubblici preposti alla gestione di contributi per ricerca e borse di studio;
  5. Informazioni relative ai laureati, ovvero nominativo, data di nascita, indirizzo, numero di telefono, titolo della tesi e voto di laurea, saranno immesse sulla rete per consentire la diffusione dei dati nell'ambito di iniziative di orientamento di lavoro e attività  di formazione post-laurea.
  6. Per disattivare le future comunicazioni dirette con UNICUSANO o richiedere la cancellazione dei dati personali raccolti può rivolgersi al responsabile del trattamento dei dati personali presso UNICUSANO, via Don Carlo Gnocchi 3, 00166 Roma o inviare una mail con la richiesta di cancellazione all'indirizzo informazioni@unicusano.it. Nei confronti dell'UNICUSANO Università Telematica Roma, Lei potrà  esercitare i diritti previsti dall' art. 7 del Decreto Legislativo n.196/2003, rivolgendosi al responsabile del trattamento dei dati personali presso UNICUSANO, via Don Carlo Gnocchi 3, 00166 Roma.