informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Film sulla Rivoluzione Francese: la nostra imperdibile top five

Commenti disabilitati su Film sulla Rivoluzione Francese: la nostra imperdibile top five Studiare ad Ancona

Sei un appassionato di storia e sei alla ricerca di film sulla Rivoluzione Francese da vedere?

Sei nel posto giusto: in questa guida ti parleremo proprio delle pellicole più belle che raccontano la Rivoluzione Francese, dai grandi classici ai film più attuali.

La Rivoluzione Francese rappresenta uno dei momenti più importanti e significativi della storia moderna: è con la Rivoluzione che la Francia abolì la monarchia assoluta, proclamò la repubblica e emanò la Dichiarazione dei diritti dell’uomo e del cittadino, che è tutt’ora alla base delle costituzioni moderne.

Si tratta, dunque, di un vero e proprio spartiacque fra età moderna e contemporanea, un punto fondamentale in cui sono sorti i presupposti per abbandonare l’Ancien Régime e intraprendere un nuovo percorso. Vedremo ora quali sono i film che hanno raccontato meglio questo passaggio sotto diverse sfaccettature e punti di vista, dalle narrazioni ispirate ai libri a quelle più innovative. Iniziamo subito.

Rivoluzione Francese e filmografia: ecco 5 pellicole imperdibili

Curioso di vedere uno degli eventi più importanti della Francia sotto tanti punti di osservazione? Ecco i 5 film sulla Rivoluzione Francese che dovresti assolutamente vedere secondo lo staff dell’Università Niccolò Cusano di Ancona.

LEGGI ANCHELibri sulla Rivoluzione Industriale: ecco i 7 da leggere assolutamente

Danton (1983)

Apriamo la nostra top five di film storici sulla Francia con un classico del 1983: Danton. Questo film racconta le ultime settimane di vita di uno dei protagonisti della Rivoluzione,  Georges Jacques Danton, dalla fine di marzo al 5 aprile 1794, quando venne giustiziato con la ghigliottina.

La pellicola offre un duplice punto di osservazione: da una parte, Danton che lotta contro il Terrore cercando di far capire a Robespierre che il popolo desidera la pace; dall’altra, il volto dell’involuzione antidemocratica della Rivoluzione, incarnata proprio dalle stesse istituzioni rivoluzionarie e il Comitato di salute pubblica.

Marie Antoinette (2006)

Passiamo ora ad un film sulla Rivoluzione Francese più recente, che racconta la storia di una regina: Marie Antoinette. 

Questo film del 2006, diretto da Sofia Coppola, ripercorre in chiave pop la vita di corte di Maria Antonietta, sposa di Luigi XVI, re di Francia, dal suo difficile ingresso a Versailles nella primavera del 1770 sino allo scoppio della rivoluzione e al suo trasferimento al Palazzo delle Tuileries il 6 ottobre 1789. Una pellicola da vedere per avere una chiave di lettura alternativa sul ruolo di uno dei protagonisti della Rivoluzione.

Addio, mia regina (2012)

Tra i film francesi recenti che vedono anche una collaborazione con altri Paesi, c’è Addio, mia regina, una co produzione franco-spagnola del 2012 diretta da Benoît Jacquot e basata sull’omonimo romanzo di Chantal Thomas.

La trama del film ruota attorno alla Versailles del luglio del 1789: il tumulto cresce intorno alla corona e,  nonostante nessuno creda davvero che l’ordine costituito stia per essere spezzato, iniziano a farsi avanti progetti e pianificazioni di fuga nel caso in cui ce ne sia necessità. Un ruolo particolare è ricoperto da Sidonie Laborde,  una delle dame di Maria Antonietta, che ha un compito ben preciso: dovrà vestire i panni della favorita della regina, la duchessa de Polignac, mentre quest’ultima tenta la fuga.

Un film da vedere tutto d’un fiato.

L’intrigo della collana (2001)

Un film sulla Rivoluzione Francese molto particolare è L’intrigo della collana, una pellicola del 2001 diretta da Charles Shyer.

Il film è una ricostruzione di un grande e noto scandalo di palazzo, l’affaire du collier, avvenuto alla vigilia della Rivoluzione Francese. La protagonista del racconto è Jeanne de la Motte, contessa Valois, che, giocando d’astuzia, riesce a costruire un intrigo intorno al prezioso e conteso gioiello, contribuendo all’indebolimento del prestigio di Luigi XVI, già inviso al popolo francese per i suoi eccessi.

Jeanne è una discendente dei Valois, rimasta orfana da bambina e privata delle sue proprietà e del suo titolo, decisa a riappropriarsi di tutto ciò che le è stato tolto. Non ti anticipiamo nulla e ti lasciamo alla visione del film.

Il patto dei lupi (2001)

Concludiamo la nostra top five di film sulla Rivoluzione Francese con una pellicola del 2001, Il patto dei lupi. Si tratta di una sorta di film fantasy, ispirato ad una vicenda che fece scalpore nella Francia del 1700.

Infatti, verso la fine del 1700, nella zona meridionale della Francia si verificarono una serie di omicidi, in cui persero la vita con efferata violenza circa centotrenta persone. Fu lo stesso re Luigi XV a dare ordine che il mistero venisse risolto. Tra realtà e fantasia, presto si capì che l’assassino non era un umano ma un animale, chiamato “la bestia di Gévaudon“. Gli specialisti del crimine, protagonisti della storia, sono pronti a dargli la caccia.

Sui film sulla Rivoluzione Francese abbiamo detto proprio tutto, per oggi: non ci resta che augurarti buona visione!

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali