informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Romanzi storici medievali: 7 titoli da leggere assolutamente

Commenti disabilitati su Romanzi storici medievali: 7 titoli da leggere assolutamente Studiare ad Ancona

I romanzi storici medievali sono la scelta perfetta per una lettura appassionante e ricca di colpi di scena. Dalle storie d’amore a quelle di guerra, il filone medievale affascina, da sempre, giovani e adulti.

Dopo un lungo pomeriggio di studio, leggere un buon libro è il modo migliore per rilassarsi e ritrovare la giusta energia. I benefici della lettura sono tantissimi, dallo sviluppo della creatività all’apprendimento di nuove espressioni e stili di scrittura.

Se vuoi cimentarti nella lettura dei migliori romanzi storici di sempre ambientati nel medioevo, ecco le sette opere dell’Università Niccolò Cusano che ti trasporteranno in una dimensione di amore, gialli e guerre.

I migliori romanzi medievali d’amore e d’avventura

Dalle storie d’amore alle avventure, ecco i 7 romanzi storici medievali che devi assolutamente avere nella tua libreria.

LEGGI ANCHE – Libri di psicologia da leggere: la nostra top ten

romanzi storici da leggere

Romanzi del ciclo di Eymerich

Iniziamo la nostra guida alla scoperta dei migliori romanzi storici medievali con un ciclo di racconti di Valerio Evangelisti: il ciclo di Eymerich.

Questa saga racconta la storia dell’inquisitore Nicolas Eymerich, personaggio immaginario ispirato al suo omonimo realmente esistito.

Al centro di questi romanzi gotici e fantascientifici, le azioni del crudele Eymerich sono votate a ciò che, per lui, rappresenta il bene, ossia la fede cristiana difesa dalla Chiesa di Roma.

Accanto alla sua perfidia, però, Eymerich vanta una profonda cultura e una straordinaria intelligenza, tanto che il lettore tende ad identificarsi con lui.

Eymerich indaga su fenomeni misteriosi nell’Europa medioevale, ma la soluzione agli intrighi è da ricercarsi in storie parallele a quella principale, che si proiettano nel nostro presente e nel nostro futuro.

Alla base dell’intersecazione dei diversi piani narrativi e paranormali c’è la teoria di Marcus Frullifer, secondo cui esiste un particolare tipo di particelle subatomiche, dette psitroni, che permetterebbero la trasmissione del pensiero sia di un individuo che di più persone nel tempo e nello spazio e talvolta a secoli di distanza.

Il nome della rosa

Continuiamo il nostro viaggio con uno dei romanzi gialli medievali più famoso di sempre: Il nome della rosa. Quest’opera, scritta dal semiologo Umberto Eco, è ambientata nel 1327, dove un francescano ex inquisitore, Guglielmo di Baskerville, ed il suo allievo benedettino Adso da Melk si recano in un monastero del nord Italia per partecipare ad un convegno sulla povertà della Chiesa.

i protagonisti, però, restano invischiati in una serie di misteriosi omicidi che colpiscono i monaci e che sembrano annunciare l’arrivo dell’Apocalisse, anche se in realtà sono legati ad un prezioso manoscritto aristotelico custodito in segreto nella biblioteca dell’Abbazia.

Si tratta di un’opera a tratti complessa, ma da leggere assolutamente per conoscere un vero pilastro della narrativa medievale. Inoltre, dal libro è stato tratto uno dei migliori film ambientati nel medioevo, che porta lo stesso titolo.

Ivanhoe

Il romanzo storico medievale per eccellenza è senza dubbio Ivanhoe, di Sir Walter Scott. Il racconto è ambientato nell’Inghilterra del 1194 ed è considerato come il primo vero esempio di genere storico.

La trama del romanzo mescola personaggi fantastici a personalità realmente esistite, configurandosi come una vera istituzione tra i romanzi storici medievali d’amore e di guerra.

Al centro della storia, infatti, le avventure del nobile sassone Wilfred di Ivanhoe, cavaliere innamorato della bella Rowena che però si è attirato le ire del padre per il suo appoggio al re normanno Riccardo Cuor di Leone e per le sue idee di pacificazione tra sassoni e normanni.

Dopo la sua vittoria anonima ad un torneo contro dei crudeli nobili francofoni, Ivanhoe deve salvare la bella Rowena e l’ebrea Rebecca da rapimenti e processi condotti spesso con l’appoggio o l’intervento dell’aristocrazia. Allo stesso tempo, ricompare in patria un re Riccardo – precedentemente alle crociate – voglioso di riprendersi il trono dall’usurpazione del fratello Giovanni, impresa che cercherà di portare a termine con l’aiuto del nobile Locksley che si rivelerà essere Robin Hood.

Notre-Dame de Paris

Continuando a parlare di romanzi d’amore ambientati nel medioevo, non potevamo non citare Notre-Dame de Paris.

Questa opera colossale, scritta dal francese Victor Hugo nel 1831, è ambientata nel 1482, ad un passo dall’epoca moderna.

La protagonista della storia è Esmeralda, una zingara al centro delle attenzioni del perfido Frollo, arcidiacono della cattedrale parigina, che la fa rapire dal suo servo Quasimodo.

Quasimodo soffre di una grave deformità, ma è di buon cuore. Dopo diverse peripezie, Esmeralda riesce a liberarsi dalla prigionia, ma verrà poi processata per il tentato omicidio del capitano delle guardie, anche se in realtà è innocente.

Il finale è diverso da quello che ci viene prospettato in alcuni adattamenti per ragazzi, ma è sicuramente tra i romanzi storici medievali da avere per riflettere su questioni come la politica e il potere.

I pilastri della Terra

Uno dei romanzi storici medievali più belli scritti in epoca contemporanea è I pilastri della Terra di Ken Follett.

L’opera, ambientata nell’Inghilterra della metà del XII secolo, rappresenta una vera e propria saga familiare ricca di amori, passioni e scontri.

La trama è basata sulle vicissitudini della famiglia di un costruttore impegnato nell’edificazione della nuova cattedrale dell’immaginario villaggio di Kingsbridge, oltre che degli avvenimenti che tengono il capomastro Tom lontano dalla donna che ama e che spingono poi il figliastro Jack a continuare nell’impresa, completando un’opera durata decenni seguendo lo stile gotico.

Dopo questo capolavoro, Follett ha scritto altri due libri su questo filone:

  • Mondo senza fine, ambientato circa 200 anni dopo e i cui protagonisti sono i discendenti della famiglia narrata ne I pilastri della Terra;
  • La colonna di fuoco, che ripercorre le vicende storiche inglesi dal XII al XVI secolo.

Cronache del ghiaccio e del fuoco

Continuiamo la nostra raccolta di romanzi storici medievali con una serie di romanzi fantasy scritta da George R.R. Martin: le Cronache del ghiaccio e del fuoco.

L’ambientazione della storia è un mondo immaginario composto da due continenti principali, Westeros a occidente ed Essos a oriente, dove la civilizzazione è di tipo feudale e ricorda l’Europa medievale. Qui la magia e le creature leggendarie sono esistite ma si reputa siano scomparse.

In questo contesto, si sviluppano i tre filoni narrativi principali:

  • I conflitti tra casate nobiliari per la conquista del trono di Westeros;
  • La ricomparsa di creature leggendarie;
  • Le avventure dell’ultima erede della dinastia regnante di Westeros in esilio nel continente orientale per riottenere il trono.

I temi trattati nel ciclo di romanzi sono esposti attraverso il punto di vista di uno dei personaggi principali.

Spesso le tematiche incrociate sono ben lontane da quelle tipiche dei romanzi storici medievali per ragazzi e si affrontano questioni come la violenza e la sessualità.

La saga ha ottenuto il massimo della popolarità nel mondo anche grazie alla serie Il Trono di Spade.

La cattedrale del mare

Chiudiamo il nostro viaggio alla scoperta dei romanzi storici medievali con un capolavoro molto attuale: La cattedrale del mare di Ildefonso Falcones.

La trama si sviluppa nella Barcellona del ‘300 e racconta le avventure di Arnau Estanyol, nato servo della gleba ma presto liberato.

Nel corso della storia Arnau scala la piramide sociale, fino a diventare Banchiere e Console del mare. Il libro, diviso in quattro grandi periodi, racconta passo dopo passo questa evoluzione, fino al pericolo di perdere tutto.

Un libro da leggere tutto d’un fiato, un esempio di narrativa medievale che ricalca costumi e tradizioni della società catalana del XIV secolo.

Hai già scelto i migliori romanzi storici medievali che leggerai?

Siamo certi che, grazie ai nostri consigli, riuscirai a scegliere i titoli migliori per te e a trascorrere bellissime pause studio.

LEGGI ANCHE – Come sottolineare un libro: i passaggi per studiare bene

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali